Escursionismo


Per diversi anni in estate io e Roberto abbiamo avuto l'abitudine di fare una capatina ad Amatrice per una passeggiata tra le belle montagne che la circondano e per gustarci un bel piatto di spaghetti all'amatriciana. Potete immaginare quale dolore abbiamo provato nel saperla così prostrata dopo il sisma  che ha colpito il Centro Italia tra il 2016 e il 2017. Qualche giorno fa, però, abbiamo deciso di tornare da quelle parti, non per curiosità di vedere le macerie (come purtroppo fanno alcuni soggetti), ma per capire quali potenzialità abbia ancora questa zona a livello turistico.

LAGO-DI-CAMPOTOSTO

Ci siamo chiesti: cosa vedere nelle zone di Amatrice e Campotosto? Perché andare a visitare quelle zone? In questo post vogliamo rispondere a queste domande.


PERCHE' TORNARE AD AMATRICE

C'è poco da girargli intorno: il centro storico di Amatrice non esiste più. Da pochi giorni è stato riaperto Corso Umberto I, la via principale di Amatrice dove si affacciavano antiche abitazioni, negozi di prodotti tipici, bar e ristoranti. Anche se sapevamo cos'avremmo visto entrando in auto ad Amatrice, non eravamo pronti a tutta quella devastazione. Anche noi abitiamo in zona sismica e, a causa del recente terremoto, i centri storici di parecchi borghi nella nostra regione sono stati danneggiati in maniera più o meno grave, ma Amatrice e dintorni sono tutta un'altra cosa. 

Se per arrivare ad Amatrice di solito percorrete la Salaria provenendo da Ascoli Piceno, vi troverete a passare davanti ai borghi di Arquata del Tronto e Pescara del Tronto (entrambi quasi totalmente distrutti) per raggiungere dopo pochi km Amatrice. Se volete vedere in quale situazione si trovi il centro storico di Amatrice, vi consigliamo di vedere questo breve video realizzato da 'Il Giornale di Rieti'.

Pensiamo che il video abbia già da solo risposto alla domanda: 'Perché tornare ad Amatrice?'. Perché gli abitanti di Amatrice hanno bisogno di noi, dei turisti. Amatrice ha una lunga storia, tradizioni e usanze che non dobbiamo permettere che vadano perdute. Gli amatriciani sono persone toste, coraggiose che stanno cercando di rimettersi in piedi con tutte le loro forze, ma noi dobbiamo dare loro una mano e non dimenticarli.

Ad Amatrice sono stati costruiti dei piccoli centri commerciali affinchè i negozianti e i ristoratori, che prima del sisma avevano le loro attività nel centro storico, possano accogliere i loro clienti. Dovreste vedere con quale cura hanno decorato le loro vetrine: hanno cercato di fare del loro meglio nonostante gli spazi non siano forse quelli che avevano un tempo. Ci ha fatto molto piacere, nel visitare Amatrice, scoprire tanti turisti venuti per fare compere e pranzare nei locali della zona: questo è il modo migliore che abbiamo per sostenere quelle popolazioni

Noi, per esempio, abbiamo deciso di pranzare in un ristorante dove andavamo spesso prima del sisma: 'La Campagnola'. Oggi, visto che il locale precedente è stato danneggiato dalle scosse, i gestori lavorano all'interno di una bella struttura in legno, ampia e confortevole. La loro cucina naturalmente è rimasta ottima come prima e pure le loro porzioni, molto abbondanti. Se volete provare i loro piatti tipici, vi consigliamo l'antipasto (formato da tante pietanze gustose fredde e calde) e i primi come le classiche amatriciana e gricia. Non resterete delusi!

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI AMATRICE: IL LAGO DI CAMPOTOSTO

Dopo aver fatto shopping vi consigliamo di proseguire in direzione Campotosto, che, anche se distante pochi km da Amatrice, si trova in provincia de L'Aquila. Sapete che qui infatti si intersecano i territori di tre regioni confinanti? Marche, Abruzzo e Lazio.

PANORAMA-SUL-LAGO-DI-CAMPOTOSTO


Siamo all'interno del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga e i paesaggi che attraverserete vi faranno veramente sognare. Numerose sono le attività che si possono svolgere in questi ambienti: trekking, mountain-bike, birdwatching, windsurf, kayak, equitazione e molte altre ancora.

PARCO-NAZIONALE-GRAN-SASSO-MONTI-DELLA-LAGA


Il lago di Campotosto è una delle maggiori attrattive della zona: un luogo magico, tranquillo e splendido in ogni stagione dell'anno. Noi, infatti, vi consigliamo di ammirarlo nelle varie stagioni: in autunno con i colori splendidi dei boschi che lo attorniano o in primavera-estate dove molti camperisti scelgono le rive delle sue acque per farsi qualche giorno di vacanza in relax totale oppure in inverno quando le nebbie salgono dalla sua superficie rendendo il paesaggio suggestivo.

PONTE-SUL-LAGO-DI-CAMPOTOSTO

RIVE-LAGO-DI-CAMPOTOSTO


Sapevate che il lago di Campotosto è uno dei più grandi bacini artificiali d'Europa? In realtà, se non fosse per la presenza delle tre dighe che lo formano, non si capirebbe che ci troviamo davanti ad un lago artificiale. Viene anche definito 'il fiordo del Parco' e in effetti, quando la luce ne colpisce la superficie in certe ore del giorno e i monti si riflettono sulle sue acque, il paragone non è per niente azzardato. Siamo a circa 1300 m s.l.m e la strada che lo costeggia è lunga circa 40 km, perfetta per un giro in moto o in bicicletta.

CAMPOTOSTO

LAGO-DI-CAMPOTOSTO-PANORAMA


Il lago di Campotosto è una riserva naturale quindi sono moltissimi gli uccelli e gli animali che la popolano. Gli amanti del bird-watching potranno veramente divertirsi ad osservare le varie specie di uccelli. Anche noi, però, che non siamo esperti del settore, abbiamo apprezzato moltissimo vedere molte mandrie di mucche e cavalli pascolare liberamente nei pascoli attorno al lago.

CAVALLI-LAGO-DI-CAMPOTOSTO

MUCCHE-AL-PASCOLO-LAGO-DI-CAMPOTOSTO


Vi abbiamo incuriosito almeno un po'? Ci promettete che farete almeno un pensierino sulla possibilità di visitare Amatrice e il lago di Campotosto? Siamo certi che tornerete a casa rilassati e felici di aver dato un piccolo aiuto a queste popolazioni così duramente colpite. Grazie!

Altri luoghi in parte danneggiati dal sisma che hanno bisogno di noi e di cui abbiamo scritto:









SAN GINESIO (MC) a breve un post









20 commenti:

  1. Al di là del terremoto, sono comunque delle zone bellissime da visitare e, avendone la possibilità, perché non farlo sapendo a maggior ragione che possiamo aiutare la popolazione locale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto...I luoghi naturali sono sempre quelli...E in più possiamo far loro del bene. Grazie❤️

      Elimina
  2. Le bellezze del posto restano, la tristezza è tanta ma possiamo fare anche noi qualcosa, portare turismo!
    Grazie Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x il tuo commento... Sono d'accordo con te💪🏻😊

      Elimina
  3. Ho trascorso un anno bellissimo all'Aquila e ho frequentato spesso la zona del Gran Sasso. Quanti ricordi nelle tue foto...

    RispondiElimina
  4. Ho parenti ad Ascoli ma non sono mai stata ad Amatrice, e dalle tue foto mi viene voglia di andarci! E' proprio vero che dobbiamo dare una mano anche in quanto turisti, la prossima volta che vado giù ci andrò sicuramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai bene e vedrai che ti piacerà... In ogni stagione dell'anno quella zona é bellissima! Grazie

      Elimina
  5. Grazie per questo post. Penso che i borghi martoriati dal sisma abbiano in effetti bisogno di tornare a vivere e se questo può farlo l'indotto economico generato dal turismo ben venga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, questa è una cosa che possiamo fare tutti... Altrimenti rimarranno dei borghi fantasma!

      Elimina
  6. Io non sono mai stata ad Amatrice ma quelle zone meritano una visita nonostante tutto perché meravigliose. Andandoci poi si riesce anche ad aiutare la popolazione dopo il dramma che hanno vissuto e stanno ancora vivendo in certi casi. Doveroso quindi organizzare una gita da quelle parti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto...I paesaggi sono meravigliosi e in più possiamo fare x loro qualcosa di buono! : )

      Elimina
  7. È sicuramente un Paese da visitare...poi purtroppo eventi catastrofici come un sisma, oltre che a danneggiare cose, danneggiano i cuori della gente....ma finché non si viene abbandonati c'è speranza..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione...Noi possiamo fare poco x loro, ma far sentire loro la ns vicinanza sicuramente può essere di aiuto

      Elimina
  8. Sono luoghi che devono rialzarsi presto, e noi dobbiamo aiutarli <3 in tutti i modi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto...E questo è quello che possiamo fare come turisti! Grazie👍🏻

      Elimina
  9. Buongiorno. Voglio venire a visitare questi luoghi bellissimi. Prenderò un'auto da Napoli con il mio compagno. Lui è francese e fa di professione il fotografo. Io sono napoletana e insieme viviamo a Parigi. Abbiamo voglia di sostenere gli abitanti con la nostra semplice presenza. Ma ci piacerebbe anche sapere attraverso chi e come e con cosa possiamo dare un aiuto. Se avete delle associazioni o organizzazioni attendibili o delle scuole da segnalare contattatemi luisabruni67@gmail.com Buona giornata a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É molto bello il tuo progetto! Magari proprio in quelle zone ti sapranno dire come aiutarli nella maniera migliore. Grazie!

      Elimina
  10. Si può raggiungere Amatrice col camper e sostare là?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non abbiamo il camper, ma su Internet ho visto che ci sono aree attrezzate x i camper.

      Elimina