martedì 18 luglio 2017

Escursione alla Malga Sennes

Oggi vi proponiamo un'escursione molto varia all'interno del Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies. Troverete salite, discese, boschi, panorami incantevoli e, per finire, buon cibo. Ecco quello che potete aspettarvi percorrendo il sentiero che porta alla Malga Sennes.

PARCO-NATURALE-FANES-SENNES-BRAIES


Partendo da San Vigilio di Marebbe proseguendo per alcuni km all'interno della Val di Rudo arriverete al Rifugio Pederu (1548m ). Qui potrete lasciare la macchina nel parcheggio a pagamento.

Subito accanto al Rifugio imboccate sulla sinistra la vecchia strada militare che sale verso la montagna. La salita è abbastanza faticosa, ma in poche centinaia di metri vi accorgerete di aver superato già parecchio dislivello. Il più è fatto!! 

SEGNALETICA-SENTIERO-RIFUGIO-PEDERU

STRADA-MILITARE-RIFUGIO-PEDERU

Arrivati al segnavia, seguite le indicazioni per la malga Sennes. 

BIVIO-VERSO-MALGA-SENNES

SENTIERO-VERSO-MALGA-SENNES

Da qui il paesaggio cambia completamente. Man mano che procederete la vostra vista spazierà su alcune delle cime dolomitiche più famose come la Croda Rossa d'Ampezzo e la Croda del Becco. Il sentiero è largo e quasi pianeggiante e, come noterete, è percorso da vari turisti in mountain bike.



PANORAMA-SULLE-DOLOMITI

Ad un certo punto troverete una croce; qui dovrete svoltare alla vostra sinistra seguendo le indicazioni per la Malga Sennes  (2126m) Vi troverete dopo qualche decina di metri ad un grande altopiano dove spesso mucche e cavalli pascolano in libertà. Nel rifugio potrete rifocillarvi o semplicemente rilassarvi ammirando il paesaggio incantevole circostante. I bambini potranno giocare in libertà nel prato antistante il rifugio e magari 'fare la conoscenza' con qualche animaletto.

MALGA-SENNES
MUCCHE-MALGA-SENNES

Per il ritorno ritornate alla croce e da lì scendete seguendo l'indicazione per Utia Fodara Vedla. La discesa è molto simpatica, a zig zag attraverso i cespugli e i prati fioriti. Arriverete quindi all'Utia Fodara Vedla, che ha l'aspetto di un piccolo borgo con alcune casette e perfino una cappella. Qui è possibile fare una sosta gastronomica, pernottare o addirittura organizzare una vacanza di più giorni. 

UTIA-FODARA-VEDLA

Dal Rifugio Fodara seguite le indicazioni per il Rifugio Pederu e vi ritroverete presto al punto di partenza. Il sentiero in totale ha una lunghezza di circa 10 km e un dislivello di 650 metri circa. In circa 3,5 ore è possibile percorrerlo, ma, come ben saprete, il tempo varia in base al nostro passo e alle soste che facciamo.

Speriamo di avervi incuriosito e di avervi invogliato a visitare questa parte del Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies. Se volete avere altri suggerimenti cliccate qui  o iscrivetevi alla newsletter.


Nessun commento:

Posta un commento