Escursionismo



Il borgo di Pacentro (AQ) ha un profilo ben riconoscibile già da molto lontano. Più volte avevamo pensato di visitarlo anche per la sua vicinanza a Sulmona, cittadina che si trova a circa 10 km di distanza, ma avevamo sempre rimandato. Finalmente quest'estate abbiamo avuto la possibilità di visitare questo borgo che meritatamente fa parte dei 'Borghi più belli d'Italia' e oggi vi vogliamo raccontare cosa vedere a Pacentro. Ma prima vi vogliamo spiegare il legame che unisce Pacentro alla celebre cantante Madonna.


PACENTRO-IL-PAESE-DI-MADONNA



PACENTRO, IL PAESE DEI NONNI DI MADONNA



Gaetano Ciccone e la moglie Michelina (ovvero i nonni paterni di Madonna Louise Veronica Ciccone) nacquero nei primi anni del Novecento proprio qui a Pacentro, in Abruzzo. Da giovani, però, decisero di tentare di migliorare la propria condizione economica trasferendosi negli Stati Uniti. Ed è così che poi Madonna, la nipote, nacque nel 1958 nel Michigan.

Madonna non ha mai nascosto le sue origini abruzzesi, anzi, durante il suo primo concerto in Italia  nel 1987, decise di visitare il suo paese d'origine nonché la casa dei suoi nonni a Pacentro. Tra l'altro, a seguito del sisma del centro Italia del 2009, si dice che Madonna abbia fatto una grande donazione a favore delle popolazioni terremotate.



COSA VEDERE A PACENTRO


  • Il nucleo medievale di Pacentro



PANORAMA-SU-PACENTRO


Pacentro si sviluppa a circa 700 metri d'altezza  sulle pendici delle montagne del Morrone, in provincia dell'Aquila. Il borgo compatto in pietra si sviluppa come un serpente dal basso verso l'alto dove culmina con il Castello Cantelmo-Caldora. Percorrerne le piazze e le viuzze strette permette al visitatore di fare un salto nel passato e di immaginare come si svolgesse un tempo la vita quotidiana in questi borghi di montagna.



PACENTRO-BECCHERIA
UN'ANTICA RIVENDITA DI CARNE DI CAPRA


  • Castello Cantelmo-Caldora



PACENTRO-CASTELLO-CANTELMO-CALDORA


Castello Cantelmo-Caldora venne edificato a difesa e controllo del Morrone e della Valle Peligna. Le sue tre alte torri quadrangolari e i suoi tre torrioni cilindrici sono ben visibili già da lontano e forse sono l'immagine più celebre del paese di Pacentro. Il castello, visitabile parzialmente, è dotato di doppia cinta muraria, ed è utilizzato anche per matrimoni. Una delle torri più alte è visitabile anche al suo interno: dalla sua sommità si può godere di una vista meravigliosa sulla vallata sottostante. 


PACENTRO-PANORAMA-DALLE-TORRI

  • Piazza del Popolo


Piazza del Popolo è una delle piazze più antiche di Pacentro su cui si affaccia la Chiesa Parrocchiale di S.Maria della Misericordia. Al centro della piazza si trova una fontana settecentesca dalla vasca poligonale a otto facce con scritta in latino. 


PACENTRO-PIAZZA-DEL-POPOLO

  • Lavatoio storico 'I canaje'


Un antico lavatoio pubblico (XVI-XVII secolo) a forma di barchetta che un tempo veniva utilizzato dalle donne del paese per fare il bucato o per raccogliere l'acqua.


PACENTRO-LAVATOIO-STORICO

  • La casa di Marlurita


Si tratta di una casupola nel centro storico di Pacentro dove la signora Maria Loreta (detta Marlurita), guaritrice del paese, visse fino alla sua morte avvenuta nel 1978. La casa è una testimonianza di come vivessero i poveri fino a qualche decennio fa: senza acqua corrente e riscaldati solo dal focolare al centro della stanza. Tutto all'interno è rimasto come Marlurita l'ha lasciato: lo scarso mobilio, il materasso fatto con le foglie del granoturco, il pentolame, il vaso da notte. Oggi fa un po' tristezza visitare una casa come questa, ma, purtroppo, queste erano le condizioni di vita di molti dei nostri bisnonni. Un particolare inquietante: guardate cosa c'è sotto il letto (non ve lo spoileriamo)!



PACENTRO-CASA-DI-MARLURITA


COSA FARE A PACENTRO E DINTORNI



PACENTRO-BORGHI-PIU-BELLI-D-ITALIA


A Pacentro e dintorni si possono svolgere attività di vario tipo a seconda dei vostri interessi. I più tranquilli potranno fare una passeggiata in paese, visitare i negozi di artigianato locale e degustare le specialità gastronomiche locali.

Chi pratica l'escursionismo troverà tante informazioni dettagliate per pianificare il proprio itinerario presso il Centro Informazioni in pieno centro storico. Da Pacentro, infatti, partono escursioni a piedi per il Monte Morrone, per le località di Passo San Leonardo, Fonte Romana e Campo di Giove e naturalmente per la Majella. Per maggiori informazioni potete visitare il sito del Centro Informazioni di Pacentro.

Per chi ama l'adrenalina suggeriamo l'esperienza della Zip Line: un volo lungo circa 1 chilometro appesi ad un cavo d'acciaio che attraversa la vallata sottostante Pacentro. Per costi e informazioni vi rimandiamo al sito ZipLine Majella



PACENTRO-ZIPLINE



Un'altra esperienza bellissima che si può fare partendo da Sulmona, poco distante da Pacentro, è salire a bordo della Transiberiana d'Abruzzo, una ferrovia storica che negli ultimi anni sta riscuotendo un successo strameritato. Noi abbiamo avuto il piacere di percorrere il tratto storico Sulmona-Isernia, ma consultando il programma sul sito dell'Associazione Le Rotaie potrete scegliere il tema del viaggio che fa più al caso vostro. E' un'esperienza che vi consigliamo di non perdere durante un soggiorno da queste parti.


Nessun commento:

Posta un commento