Escursionismo


Come vi avevamo raccontato nel post 'Dove andare per un anniversario di matrimonio: i nostri suggerimenti', io e Roberto amiamo festeggiare i nostri anniversari organizzando un weekend fuoriporta in una provincia italiana. Qualche anno fa abbiamo trascorso l'anniversario nella Marsica, una regione storica dell'Abruzzo che comprende diversi comuni della provincia dell'Aquila. Oggi vi vogliamo portare con noi a visitare il Castello di Celano, un bellissimo maniero che domina la Piana del Fucino e che, nel corso dei secoli, ne ha viste davvero tante.


CASTELLO-DI-CELANO



IL CASTELLO DI CELANO


Il Castello di Celano è uno dei castelli abruzzesi maggiormente apprezzato dai turisti. Il suo profilo è ben visibile già a chilometri di distanza ed è impossibile non fermarsi a visitarlo se ci si trova nei dintorni di Avezzano, il capoluogo della Marsica.

Anche se in zona si trovava già una torre di avvistamento, la costruzione del castello vera e propria avvenne verso il 1392 per volontà di Pietro Berardi, conte di Celano. Il maniero venne poi completato e arricchito dai vari successori che presero possesso della proprietà. Purtroppo il grande terremoto della Marsica avvenuto nel 1915 distrusse buona parte del castello che venne lasciato in abbandono fino al 1940 quando si decise di avviarne il restauro. Anche stavolta i lavori furono interrotti a causa della guerra e finalmente vennero ultimati attorno al 1960.


CASTELLO-DI-CELANO-CORTILE-INTERNO


Il Castello di Celano presenta una cinta muraria perfettamente conservata intervallata da 11 torri a scudo e 5 torri rotonde. Si accede al castello attraverso una porta dotata di ponte levatoio. L'edificio principale è a pianta regolare di forma rettangolare con, ai quattro angoli, 4 torri quadrate a merlatura ghibellina. Al centro potrete passeggiare all'interno di un cortile dotato di pozzo. Una delle caratteristiche che distinguono il castello da altre costruzioni simili del tempo è il porticato a due piani che delimita il perimetro del cortile interno.



CASTELLO-DI-CELANO-LOGGIATO


Gli interni del castello sono abbastanza scarni, ma sono comunque interessanti perché ospitano il Museo della Marsica che si compone di una prima sezione dedicata all'arte sacra e di una seconda sezione dedicata ai reperti archeologici trovati in zona.


LA PIANA DEL FUCINO


Come dicevamo all'inizio, il Castello di Celano domina la sottostante Piana del Fucino, un altopiano che si estende a circa 650 m s.l.m. La storia della formazione di questa pianura è veramente interessante.

Dovete sapere che fino a metà '800 la Piana del Fucino era completamente occupata da un lago che per estensione a quel tempo era il terzo più grande in Italia.  Pensate: dopo il lago di Garda e il lago Maggiore c'era il lago del Fucino

A causa del livello irregolare delle sue acque che provocava inondazioni o secche malsane già in epoca romana si era pensato che la cosa migliore sarebbe stata quella di prosciugarlo. Ci provò nel 52 d.C. l'imperatore Claudio, ma il totale prosciugamento si deve ad Alessandro Torlonia nella seconda metà dell'800. 

I lavori di bonifica migliorarono di molto le condizioni socio-economiche della zona che divenne da quel momento in poi una pianura fertile adatta a diverse coltivazioni. Ancora oggi qui si producono vari tipi di ortaggi tra cui le pregiate patate e carote del Fucino.

Quando ci si trova all'interno della piana non ci si accorge di trovarsi proprio nel letto di un antico lago, ma salendo con la macchina lungo 'i bordi' riconoscerete la forma pressoché circolare del lago. Siamo certi che ne resterete colpiti!


IL CASTELLO DI CELANO E IL TERREMOTO DELLA MARSICA


La storia del Castello di Celano è indubbiamente legata a quello che fu una delle peggiori sciagure avvenute in Italia all'inizio del secolo scorso. Durante il grande terremoto della Marsica, avvenuto il 13 gennaio 1915, parte del Castello crollo. Ma di che portata fu questo terremoto? I numeri sono davvero impressionanti.

Il terremoto della Marsica ebbe una potenza pari all'undicesimo grado della Scala Mercalli e provocò 30519 morti. L'epicentro fu proprio la Piana del Fucino, ma la scossa principale e le circa mille repliche vennero sentite in tutto il centro Italia.

Pensate che molte delle cittadine della Marsica vennero completamente distrutte e persero gran parte della popolazione. Avezzano, centro considerato oggi il capoluogo della Marsica, perse 10700 cittadini su circa 13000 abitanti! Come Avezzano, altri paesi persero l'80-90% della loro popolazione. Ma ci pensate che proporzioni ebbe questo evento?

Ad Avezzano rimase in piedi solo un edificio, Casa Palazzi, che oggi presenta sulla facciata una targa che ricorda questo triste evento.


COSA VEDERE NEI DINTORNI DEL CASTELLO DI CELANO


Siamo all'interno del Parco Regionale Sirente Velino, un territorio immenso che contiene decine di gioielli in campo artistico e naturalistico. Nel sito ufficiale del Parco potrete trovare moltissime idee per organizzare un weekend da queste parti, ma tre luoghi in particolare vogliamo segnalarveli noi:


ALBA-FUCENS


  • ALBA FUCENS: colonia latina fondata nel 303 a.C rimane oggi uno dei siti archeologici più suggestivi d'Abruzzo. Gli scavi condotti a partire dal 1949 hanno portato alla luce una vera e propria cittadina romana che merita senz'altro una visita.

SITO-ALBA-FUCENS


  • LE GOLE DI CELANO: il canyon più noto d'Abruzzo. Prodotte dal corso del torrente La Foce si sviluppano per circa 4 km arrivando a formare delle pareti verticali alte quasi 200 metri e strette 3 metri. Un percorso sempre accessibile che permette di osservare la fauna che abita il Parco.
  • LE GROTTE DI STIFFE: un tripudio di cascate, stalattiti e stalagmiti lungo una cavità lunga 700 metri e alta 695 metri. Una meraviglia d'Abruzzo.

Organizzare un weekend all'interno di questo Parco è senz'altro una buona idea se amate la tranquillità e la natura. Vi ricordiamo che nella sezione ABRUZZO del blog trovate tanti altri suggerimenti su cosa visitare in questa bella regione italiana.

2 commenti:

  1. Mamma mia quanto sono ignorante? Non avevo mai sentito parlare del castello di Celano e ho dovuto cercarlo su Google Maps �� Ma d'altra parta i blog di viaggi servono anche a farci scoprire posti che non conoscevamo e quindi ad aggiungerli alla lista sempre più lunga…
    Noi non abbiamo l'abitudine di festeggiare gli anniversari ma mi sembra un ottimo pretesto per organizzare un bel viaggio, o anche solo un weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso siano molti che lo conoscono a meno che non abitino in quelle zone! Comunque ti consiglio un bel weekend nell'entroterra abruzzese perché merita veramente!

      Elimina