martedì 19 settembre 2017

Cosa vedere a Massa Fermana e Loro Piceno

Ogni regione italiana, si sa, ha le sue eccellenze nel campo dell'artigianato e della gastronomia. Le Marche non fanno eccezione, anzi, ogni borgo qui ha le sue peculiarità che lo distinguono da un altro paese a pochi km di distanza. Oggi vi portiamo a conoscere due di questi borghi medievali : Massa Fermana e Loro Piceno. Sono distanti tra loro solo 8 km e fanno parte di due province diverse, eppure ciò che li accomuna è la passione per le cose fatte bene, che hanno il sapore del passato. Scopriamoli insieme...

CASTELLO-BRUNFORTE-LORO-PICENO
CASTELLO BRUNFORTE A LORO PICENO




MASSA FERMANA, il paese del CAPPELLO DI PAGLIA

Massa Fermana è un piccolo borgo che non raggiunge nemmeno i 1000 abitanti. Fa parte della provincia di Fermo e si trova in posizione collinare con una meravigliosa vista che spazia dai Monti Sibillini al Mare Adriatico.

L'accesso al paese è costituito da Porta Sant'Antonio (XIV secolo) caratterizzata da una torre, da merlatura ghibellina, da due file di logge a quattro arcate e da una porta a sesto acuto alla base. E' tutto ciò che resta dell'antico castello dei Brunforte.
 
PORTA-SANT-ANTONIO-MASSA-FERMANA
PORTA SANT'ANTONIO
LOGGIATO-MASSA-FERMANA
PARTICOLARI DEL LOGGIATO

Proprio al piano terra del Castello vi consigliamo di visitare il Museo del Cappello di Paglia che testimonia quanto sia stata importante questa lavorazione per gli abitanti della zona. Un tempo le famiglie contadine, dopo aver raccolto la paglia, ne sceglievano gli steli migliori per poi farne trecce e quindi, cappelli. Era un modo  per arrotondare le magre entrate. Oggi, naturalmente, a Massa non si producono più solo cappelli di paglia, ma cappelli di filato (lana e cotone), tessuto, paglia di varia natura e feltro. La lavorazione non avviene più totalmente a mano, anche se rappresenta ancora oggi una produzione importante per il territorio di Massa. Il Museo vuole testimoniare come avveniva la lavorazione in origine e rendere omaggio ai primi contadini-cappellai.

Poco più avanti troverete le indicazioni per un altro Museo molto particolare: il Museo degli Antichi Mestieri di Strada. Si tratta di una collezione privata di biciclette d'epoca attrezzate per il lavoro artigianale. All'interno sono esposti oggetti riguardanti oltre 70 mestieri artigianali del '900 come il ciabattino, l'orologiaio, il lattaio, il maniscalco e molti altri. Sarà come tornare indietro nel tempo, quando la gente aveva molto meno materialmente e considerava importante il lavoro di questi artigiani che li aiutavano a mantenere in buono stato le poche cose che possedevano. 

Passeggiando all'interno del borgo troverete una scritta davanti alla casa natale di una donna veramente eccezionale: Ada Natali. Sempre ricordata come la maestra Ada,   fu molto di più: laureata in giurisprudenza, fu partigiana e prima donna sindaco d'Italia. Portavoce dei diritti dei più poveri, delle donne e dei bambini, fece molto per loro durante la sua vita.

CASA-ADA-NATALI-MASSA-FERMANA
CASA ADA NATALI
Poco più avanti raggiungerete il vero centro del paese con il Municipio, che al suo interno ospita la Pinacoteca, e la piazza dove si affacciano le scuole.

OROLOGIO-MUNICIPIO-MASSA-FERMANA
OROLOGIO MUNICIPIO

Tutti i musei sono visitabili su appuntamento, per cui vi consigliamo di pianificare la vostra visita con qualche giorno di anticipo.

LORO PICENO, il paese del VINO COTTO

A nemmeno una decina di km da Massa Fermana, incontriamo il bellissimo borgo di Loro Piceno, comune facente parte della provincia di Macerata.

L'ingresso al centro storico è dominato dall'Arco di Porta Pia, edificato nel 1847 in onore di Papa Pio IX.

ARCO-DI-PORTA-PIA-LORO-PICENO
ARCO DI PORTA PIA

Il centro storico è conservato magnificamente e spicca per la sua pulizia e per la buona segnalazione turistica. Il cuore del centro storico è rappresentato dal bellissimo Palazzo Comunale, edificato a fine '600. All'interno la Pinacoteca e l'Archivio Storico. Nei pressi del loggiato troverete una mappa del paese con le indicazioni dei principali siti turistici.

MUNICIPIO-LORO-PICENO
PALAZZO COMUNALE DI LORO PICENO

CENTRO-STORICO-LORO-PICENO
CENTRO STORICO LORO PICENO
Sicuramente il monumento simbolo del paese è costituito dal Castello Brunforte, edificato  sui resti di un antico castrum romano. Nel 1623 all'interno del maniero si stabilì una comunità di suore domenicane di clausura. Il Monastero rappresentava una comunità autosufficiente in quanto le religiose coltivavano la terra, allevavano animali, distillavano liquori e medicinali, tessevano e filavano. Le suore si occupavano anche dell'educazione delle signorine di famiglie distinte della zona. Dopo alterne vicende storiche, il Monastero venne chiuso definitivamente nel 2013.  Oggi è possibile visitare la Cucina Seicentesca e la Chiesa del Corpus Domini.

CASTELLO-LORO-PICENO
CASTELLO BRUNFORTE

GIARDINI-CASTELLO-LORO-PICENO

Gli antichi granai del castello ospitano il Museo Civico delle Due Guerre Mondiali. Inaugurato nel 1999, il museo vuole far luce sugli orrori compiuti nel corso dei due conflitti mondiali. Attraverso fedeli ricostruzioni e manichini si cerca di far riflettere sulle atrocità della guerra.

La Torre Civica, alta 21 metri, anche se appartenente al plesso del castello, di fatto è di proprietà del Comune e viene spesso utilizzata per mostre ed esposizioni periodiche. Alla fine della Prima Guerra Mondiale, per festeggiare l'esito del conflitto, venne ribattezzata 'Torre della vittoria'.


TORRE-CIVICA-LORO-PICENO
TORRE CIVICA O DELLA VITTORIA

A poca distanza dal castello, all'interno del Chiostro della Chiesa di San Francesco, potrete visitare altri splendidi musei. Il primo è dedicato agli estimatori del vino cotto, la specialità di Loro Piceno. All'interno della Mostra Permanente delle Attrezzature e degli Utensili per il Vino Cotto, potrete scoprire la storia di questo prodotto dalla raccolta dell'uva all'imbottigliamento finale.  E' possibile anche visitare la Mostra delle Etichette del Vino Cotto (curata da Carl Gustav Yrwing, svedese di nascita e lorese di adozione) che illustra il legame che unisce Arte e Vino Cotto, tra fantasia e tradizione, tra cultura e gastronomia.

CHIOSTRO-CHIESA-SAN-FRANCESCO-LORO-PICENO
CHIOSTRO CHIESA SAN FRANCESCO

Al vino cotto Loro Piceno dedica un Festival ogni anno nel mese di agosto.  All'interno del borgo è possibile degustare questo prodotto e altre specialità gastronomiche nei vari stands, ascoltare musica dal vivo e visitare i musei aperti appositamente per i visitatori in quell'occasione.

Sempre all'interno del Chiostro della Chiesa di San Francesco troverete un altro museo molto particolare: il Museo della Storia Postale dei Monti Azzurri. Il museo è costituito da un'esposizione di cartoline e di altri oggetti legati al mondo della posta che va dal periodo napoleonico fino alla Repubblica.

I musei di cui vi ho parlato sono aperti principalmente nei fine settimana durante i mesi estivi. Per poterli visitare in altri momenti dell'anno o della settimana vi consiglio di contattare il Comune di Loro Piceno.

PARCO-LORO-PICENO
PARCO LORO PICENO CON VISTA SUI SIBILLINI

Speriamo che presto possiate anche voi visitare questi due bellissimi borghi. Trovate altre idee su cosa visitare nelle Marche qui.

Se volete essere sempre aggiornati sull'uscita dei nuovi post iscrivetevi lasciando il vostro indirizzo di posta elettronica. Grazie!!

I NOSTRI SUGGERIMENTI....

DOVE MANGIARE                                        StatAle 78 Birreria  Beer & Food

In questo risto-pub potrete gustare ottime birre artigianali alla spina ed in bottiglia accompagnandole a piatti gustosi e preparati con ingredienti genuini e, a volte, ricercati. L'ambiente è moderno e accogliente e i prezzi sono adeguati alla qualità offerta. E' possibile anche acquistare alcuni tipi di birre prodotte nel birrificio Il Mastio. Vi consigliamo di prenotare.



PER MAGGIORI INFORMAZIONI:

Portale del Turismo-Regione Marche

Blog Ufficiale sul Turismo della Regione Marche




Nessun commento:

Posta un commento