Escursionismo


Alice Delle Meraviglie conosce un luogo in cui vivere un emozionante avventura da condividere con i bambini: la Trappa di Sordevolo ed è lei la nuova ospite della rubrica 'A (s)passo di bimbo'. Scopriamo questo luogo che è in grado di emozionare grandi e piccini.



LA-TRAPPA-DI-SORDEVOLO



Il luogo in cui vorrei condurvi si trova nell’alto Piemonte sulle Prealpi biellesi, per la precisione in  provincia di Biella, Valle Elvo, comune di Sordevolo a circa 1000 m di quota, tra i monti Mucrone e Mombarone, al di sotto della strada panoramica che unisce i due santuari mariani più importanti del biellese, Oropa e Graglia.

La Trappa ha una storia antica e travagliata. Nasce a metà del 1700 come cappella campestre di ringraziamento per il bestiame scampato alla peste animale per volontà di Gregorio Ambrosetti, ma il progetto viene ostacolato più volte. Nel 1760 dopo interferenza del Consiglio Comunale e del Prefetto  di Biella, il Senato Sabado dà indicazioni affinché l’edificio in costruzione venga utilizzato esclusivamente come lanificio e non come struttura religiosa. Gregorio Ambrosetti ottiene alcuni anni dopo l’autorizzazione ad erigere una cappella esterna. Nel 1976 il complesso viene venduto dagli eredi della famiglia Ambrosetti ad un gruppo di monaci trappisti in fuga dalla Francia, ma nel 1802 Napoleone Bonaparte estende al piemonte i provvedimenti per la soppressione degli ordini religiosi costringendo i trappisti a lasciare la dimora. Il complesso viene acquistato all’asta nel 1810 da Giovanni Martino Ambrosetti destinandolo poi ad attività agricole e ad abitazione per la famiglia affittuaria. Solo nel 1998 nasce l’ìassociazione della Trappa, a seguito della donazione, avvenuta nel 1974, del complesso all’istituto Ambrosetti di Sordevolo e da  qui parte la rinascita di questo luogo.


COSA FARE ALLA TRAPPA DI SORDEVOLO


Di per sé raggiungere la Trappa è un pezzo di gita visto che si arriva esclusivamente a piedi. Ci sono però due opzioni : quella con camminata di 1 ora circa, salendo dal centro di Sordevolo, oppure in alternativa il percorso che prevede 10 minuti di marcia, scendendo dopo aver lasciato l’auto lungo la Strada Provinciale 512. In entrambi i casi si fa la conoscenza con la costruzione vedendola sorgere in mezzo ai prati verdi.


DA-SORDEVOLO-VERSO-LA-TRAPPA
ARRIVANDO DA SORDEVOLO


Una volta arrivati sono molte le attività che si possono svolgere. La trappa è una cellula dell’Ecomuseo Valle Elvo e Serra: le domeniche e i festivi sono disponibili visite guidate dedicate alla storia di questa costruzione (gli altri giorni solo su prenotazione)

L’ultima domenica di luglio si svolge ogni anno la Festa della Trappa, una festa molto sentita che attrae sempre moltissime persone, mentre l’ultima domenica di Ottobre si svolge la Castagnata della Trappa e le caldarroste sono sempre buonissime. Altre manifestazioni eventualmente organizzate vengono diffuse tramite la newsletter a cui iscriversi oppure le si trova nella pagina facebook ufficiale.

Questo luogo, oltre a raccontare la propria storia, ha una foresteria che offre ristorazione (meglio prenotare prima) e pernottamento (6 camere per un tot di 24 letti e 3 bagni), ma ha anche una scuderia con la capienza di 10 cavalli in quanto tappa dell’Ippovia BielleseNon si deve temere la noia in un luogo simile, si ha anzi la possibilità di assaporare aspetti che non trovano spazio nella nostra quotidianità.



MONTE-MUCRONE
MONTE MUCRONE


Entrambi i miei figli, in momenti diversi, hanno avuto modo di soggiornare alla Trappa tramite progetti organizzati dalla scuola tornando estasiati dall’esperienza. Il consiglio è quello di vivere il luogo, magari facendo qualche escursione a piedi. Se il soggiorno è di più giorni può essere abbinato alla scoperta dei Santuari di Graglia e di Oropa.

Una chicca che sicuramente attrae e diverte i bambini è la presenza, al vicino santuario di Graglia, dell’eco endacasillabo, un piccolo balcone a cui affacciarsi per sentir ripetere all’eco parole come PRECIPITEVOLISSIMEVOLMENTE, fenomeno che esiste in soli due posti al mondo: nel Gran Canyon negli Stati Uniti e a Graglia. Come tappa prima di affrontare il viaggio di rientro potrebbe essere divertente. 



ECO-ENDECASILLABO


CHI PUO' ANDARE ALLA TRAPPA

Un luogo come la Trappa è ideale, oltre che per i bambini, per gli amanti della storia e per gli amanti della natura e della quiete. E’ il luogo ideale per chi organizza trekking a piedi, a cavallo, in mountain bike e in e-bike. Può essere anche un'ottima idea per chi cerca un luogo per attività formative. Ma va benissimo anche per una o più famiglie alla ricerca di esperienze basate sulla semplicità, per far trascorrere ai bambini ore spensierate all’aria aperta, magari in compagnia degli asinelli che vivono alla Trappa.



LA-TRAPPA



INFORMAZIONI PRATICHE


TRAPPA-SORDEVOLO


Il complesso è aperto da aprile ad ottobre, domeniche e festivi. 

Per richieste in momenti diversi legate sia alla sola ristorazione, che alle visite guidate e al pernottamento è bene telefonare ai numeri ristorazione e foresteria 3482703135 oppure 0158853231 

Per ogni altra informazione è possibile contattare il numero 3493269048 o scrivere  coordinatore@ecomuseo.it

L'Associazione delle Trappa è presente anche su Facebook


TRAPPA-SORDEVOLO-CAMERA
UNA CAMERA


Buona avventura a tutti: ai grandi e in modo speciale ai bimbi. 

Alice Delle Meraviglie


IL BLOG DI ALICE:  
domaniandiamo.blogspot.com                      

I SUOI PROFILI SOCIAL:
https://www.facebook.com/domaniandiamoa/


NEI DINTORNI


4 commenti:

  1. Concordo su tutto quanto! Anche io abito in zona ed è sempre piacevole una passeggiata alla Trappa!

    RispondiElimina
  2. E' una zona che non conosco proprio ma che piacerebbe approfondire in una delle mie camminate di primavera. Grazie del consiglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non la conoscevo... Mi sembra proprio un bel posto adatto alle scampagnate primaverili😉🌷

      Elimina