Escursionismo


Non so a voi, ma a noi viene sempre un pochino d'ansia prima di partire per l'estero. Certo, pensare di ammalarsi proprio in vacanza oppure di perdere i documenti crea in tutti un po' di preoccupazione, ma ci sono alcune cose che si possono fare prima della partenza per ridurre questa sensazione e partire tranquilli. Oggi vedremo 5 cose importanti da fare prima di un viaggio all'estero.


VIAGGI-ALL-ESTERO-CHECKLIST




  • CONTROLLARE I DOCUMENTI


VIAGGI-ALL-ESTERO-DOCUMENTI


Bisogna ricordare che è sempre consigliabile munirsi di passaporto con validità residua ed eventuale visto (se richiesto dal Paese di destinazione) quando si intende partire per una meta fuori dall'Italia. Il passaporto è un documento ufficialmente riconosciuto, mentre la carta identità valida per l'espatrio non sempre viene accettata. Per sicurezza, è meglio informarsi sempre presso l'Ufficio diplomatico-consolare in Italia o presso l'agenzia viaggi su quali documenti vengano riconosciuti validi.

Se avete minori con voi, è sempre meglio consultare il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri che in un apposito spazio elenca la documentazione necessaria per partire a norma di legge.

E' consigliabile portare con sé una fotocopia dei documenti più importanti (passaporto, carta d'identità, carta di credito) per facilitare la procedura in caso di furto o smarrimento. Le fotocopie, naturalmente, andrebbero conservate in un luogo diverso da dove teniamo gli originali. 

  • VALUTARE SE VACCINARSI E QUALI MEDICINE PORTARE

In alcuni Paesi del mondo è consigliabile, prima di partire, vaccinarsi preventivamente. Il vostro medico vi saprà dire se e quali vaccinazioni sono indispensabili in base al Paese di destinazione.

Anche se vi muovete solo in Italia o in Europa è sempre buona norma portare con sé i medicinali che prendete abitualmente e, nel caso siano medicine acquistabili solo con ricetta medica, chiedere al vostro medico di prepararvela così da non avere problemi a reperire il farmaco.


VIAGGI-ALL-ESTERO-VACCINI


  • STIPULARE UN'ASSICURAZIONE DI VIAGGIO

Una delle cose principali a cui pensare prima di affrontare un viaggio all'estero è quella di stipulare una buona assicurazione di viaggio che ci tuteli non solo in caso di perdita o smarrimento del bagaglio, ma, soprattutto, a livello sanitario. Dobbiamo sempre ricordare che in molti Paesi gli standard medico-sanitari sono diversi da quelli europei e spesso le cure prevedono costi molto elevati. Molti turisti partono senza stipulare un'assicurazione per poi ritrovarsi, in caso di ricovero per malattia o infortunio, a dover pagare centinaia o migliaia di euro. Il Consolato può dare assistenza, ma non sostiene il pagamento di cure a carattere privato. In alcune nazioni l'assistenza sanitaria è completamente a pagamento, mentre in altre sono previste franchigie a carico del malato. E' vero che quando si parte per una vacanza non si pensa a queste situazioni spiacevoli, ma purtroppo l'imprevisto può capitare.

La cosa più saggia da fare è quindi quella di stipulare un'assicurazione di viaggio completa. Tra le migliori ricordiamo Intermundial che offre vari pacchetti di diverso prezzo a seconda del tipo di copertura di cui avete bisogno. Ci sono pacchetti per un singolo viaggio o anche coperture annuali nel caso viaggiate spesso all'estero. Alcuni pacchetti offrono anche la copertura nel caso pratichiate sport in viaggio o dobbiate rientrare in Italia per una malattia improvvisa. 

Per ottenere informazioni di carattere sanitario si può consultare il sito del Ministero della Salute. La sezione 'Se parto per...' permette di sapere, per ogni Paese del mondo, se vi si abbia diritto o meno all'assistenza sanitaria.

  • LASCIARE I PROPRI CONTATTI A FAMILIARI O AMICI STRETTI

Anche se i nostri familiari e amici hanno il nostro numero di telefono o email, è sempre meglio fornire loro indirizzo e numero di telefono dell'hotel dove soggiorneremo. In caso ci fossero problemi e non dovessimo rispondere al telefono, avranno sempre un modo per contattarci.

'Dove siamo nel mondo' è un servizio offerto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che permette agli italiani che si recano temporaneamente all'estero di lasciare i propri dati personali al fine di pianificare con maggiore rapidità e precisione interventi di soccorso. Dopo aver scelto il tipo di viaggio potremo comunicare i nostri dati, i recapiti, il luogo in cui soggiorneremo, il periodo così che, in caso di bisogno, possano riuscire a darci soccorso in tempi celeri.

  • INFORMARSI SULLA MONETA CORRENTE E SULLE CARTE DI CREDITO ACCETTATE


VIAGGI-ALL-ESTERO-VALUTA


In Europa sono ancora molti gli Stati che non hanno adottato l'euro. E' necessario, in questo caso valutare se sia il caso, o meno, di cambiare la valuta prima della partenza.

Noi di solito preferiamo prelevare poco contante nella valuta locale al nostro arrivo per le piccole spese e utilizzare il Bancomat o la carta di credito per pagare normalmente. In Europa le maggiori carte di credito sono ovunque accettate anche per piccoli pagamenti come un caffè (a differenza dell'Italia). Vi consigliamo, comunque, di chiedere in banca prima di partire se il vostro Bancomat/Carta di Credito è utilizzabile all'estero e quali sono i limiti di prelievo e le commissioni. Sempre meglio chiedere per non avere brutte sorprese all'estero.

Speriamo con questo post di avervi fornito suggerimenti pratici che vi possano aiutare nell'organizzazione di un viaggio all'estero. Abbiamo dimenticato qualcosa di importante? Segnalatecelo pure nei commenti qua sotto!

4 commenti:

  1. È proprio vero non si può partire senza prima controllare queste cose. Un promemoria molto utile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille... felice di essere stata utile! 😊💚

      Elimina
  2. Consigli utilissimi per me che proprio in questo periodo mi sto studiando il capitolo assicurazioni per il mio prossimo viaggio negli Stati Uniti: non è obbligatoria ma caldamente consigliata e io infatti l'ho sempre fatta perché là per un dito slogato ti tocca farti un mutuo!
    Per quanto riguarda la valuta locale, se posso preferisco avere già un po' di soldi con me prima della partenza, ma in tanti posti non è possibile. Per esempio in Polonia ho prelevato un po' di zloty in aeroporto, giusto per le piccole spese, e per il resto ho usato la carta di credito.
    Buon weekend :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì in America è super necessaria!!! Anch'io in Polonia ho fatto come te: pochi contanti e poi carta di credito! Buon fine settimana anche a te e grazie x il commento!! 🌷

      Elimina