Escursionismo


Biella è una bella città piemontese ai piedi delle Alpi, famosa per essere stata per decenni la capitale della lana a livello internazionale. Oggi, a causa della crisi, purtroppo anche il mondo del tessile ha subito delle ripercussioni serie, ma Biella continua ad essere una città molto interessante. Dopo avervi raccontato cosa visitare nel suo centro storico, oggi vi vogliamo proporre cosa vedere nei dintorni di Biella.





Cosa vedere nei dintorni di Biella: il Parco Burcina


Fu proprio un industriale tessile, Giovanni Piacenza, ad avere l'idea di creare un parco sul bric (collina) Burcina ispirandosi ai giardini inglesi del Settecento. Ad inizio'800 acquistò la terra e cominciò ad impiantare alberi e arbusti provenienti da tutto il mondo. L'opera di Giovanni Piacenza fu portata avanti dal figlio, Felice Piacenza, che vi dedicò oltre cinquant'anni della sua vita, creando un laghetto, vialetti, strade e percorsi oltre che a piantare nuove specie botaniche.

Il Parco Burcina, che è stato acquisito dal Comune di Biella nel 1934, ha subito nel corso del tempo nuove modifiche e abbellimenti fino ad arrivare ai tempi odierni in cui è stato selezionato come uno dei dieci parchi più belli d'Italia. La principale attrattiva del parco, distante meno di dieci chilometri da Biella, è sicuramente la valle dei rododendri, vasta circa due ettari, che tra maggio e giugno offre uno spettacolo di colori inimmaginabile. Sono presenti, però, molte altre specie arboree interessanti: l'albero dei fazzoletti, sequoie, abeti, larici, aceri. Passeggiare nelle stradine del parco e nel frattempo ammirare un meraviglioso panorama che spazia dalle Alpi Biellesi fino alla pianura non ha prezzo. 


PARCO-BURCINA
Foto di Viaggio Dolce Viaggio

PARCO-BURCINA-RODODENDRI
Foto di Viaggio Dolce Viaggio

PARCO-BURCINA-POLLONE
Foto di Viaggio Dolce Viaggio


Negli ultimi anni all'interno del Parco Burcina sono state fatte ulteriori migliorie: un bar ristorante, un meleto, un'aula didattica (per citarne solo alcune). Oggi l'intero parco occupa 57 ettari di terreno. Per noi biellesi è una piacevole abitudine visitare il parco nelle varie stagioni per ammirare le diverse fioriture e, in autunno, il foliage, ma è anche uno dei primi posti che consigliamo ad un turista che viene a Biella per la prima volta. Se siete da queste parti, non perdetevi una passeggiata in questa riserva naturale. 


PARCO-BURCINA-IN-AUTUNNO
Foto di Viaggio Dolce Viaggio


Cosa vedere nei dintorni di Biella: l'Oasi Zegna


Come per il Parco Burcina, anche per l'Oasi Zegna si percepisce il legame con il mondo del tessile. Fu proprio Ermenegildo Zegna, fondatore del Gruppo Zegna, a cercare di dare nuova vita al suo paese natale, Trivero, dopo aver fondato la sua azienda ai piedi delle Alpi Biellesi. All'inizio degli anni Trenta, oltre a costruire case per i dipendenti e un centro dedicato alla salute, alla formazione, allo sport e al tempo libero ad uso dei suoi concittadini, si impegnò a valorizzare le pendici della montagna mettendo a dimora oltre cinquecentomila tra conifere, rododendri e ortensie e costruendo la Panoramica Zegna, probabilmente una delle strade più belle del Piemonte.


OASI-ZEGNA
Foto di Claudia Garito Photography


La Panoramica Zegna è una strada provinciale lunga circa 65 chilometri che collega la Valle di Mosso con la Valle Cervo. Il tratto più panoramico, che sale in quota fino a 1500 metri, attraversa una riserva naturalistica di oltre cento chilometri quadrati permettendo di godere di  un panorama meraviglioso che spazia dalla pianura piemontese fino ai rilievi del Monte Rosa e delle Alpi Marittime. In un post di qualche tempo fa intitolato 'A (s)passo di bimbo per l'Oasi Zegna'  vi abbiamo raccontato le varie soste che si possono fare lungo la Panoramica Zegna per godere al meglio di tutto ciò che l'Oasi Zegna può offrire. 


OASI-ZEGNA-SAN-BERNARDO
Foto di Claudia Garito Photography


Sono tante le attività che si possono fare all'interno dell'Oasi Zegna: sciare, percorrere sentieri escursionistici, visitare alpeggi e santuari, immergersi nei boschi, praticare trekking, ciaspolare. Vi sono attività per tutti i gusti, ma vi confesso che anche solo percorrere in moto, in auto o in bike questa strada ammirando il panorama regala emozioni grandissime. 


MONVISO-VISTO-DALLA-PANORAMICA-ZEGNA
Il Monviso visto dalla Panoramica Zegna


Cosa vedere nei dintorni di Biella: il Ricetto di Candelo


A circa sette chilometri da Biella, vi consigliamo di raggiungere il Ricetto di Candelo, borgo medievale incluso tra i 'Borghi più belli d'Italia'. Per Ricetto si intende una struttura protetta all'interno del paese ideato per conservare i beni deperibili (foraggio, vino, olio ecc) del signore locale o della popolazione in vista di un possibile attacco esterno. Quello di Candelo è uno degli esempi di ricetto meglio conservati in Italia. 



RICETTO-CANDELO-MURA
Foto di Annalisa Della Rocca 


Il Ricetto di Candelo è un insieme di circa duecento edifici, denominati cellule, che occupano un'area di circa tredicimila metri quadri. Tutto il complesso, circondato in parte da mura, è attraversato da strade, definite rue.



RICETTO-CANDELO-RUE
Foto di Jessica Giordano

RICETTO-CANDELO-RUE-NOTTE
Foto di Jessica Giordano


Oggi il Ricetto di Candelo può essere visitato sia autonomamente che attraverso una visita guidata. Durante tutto l'anno, inoltre, vengono organizzati eventi di vario tipo come, per esempio, Vinincontro nel mese di settembre o Candelo in Fiore nel periodo primaverile (per ogni informazione vi rimando al sito ufficiale del Ricetto di Candelo). Le varie cellule ospitano anche mostre d'arte, botteghe creative o attività enogastronomiche.

Cosa vedere nei dintorni di Biella: il lago di Viverone


A circa una ventina di chilometri da Biella vi consigliamo una bella passeggiata sulle rive del lago di Viverone, il terzo lago più grande del Piemonte. La sponda nordorientale è la parte più turistica del lago, attrezzata con bar, gelaterie, alberghi, camping e spiagge.

Numerosi sono i sentieri percorribili lungo le sue sponde (potete consultare a questo proposito il sito ufficiale del lago di Viverone dove troverete alcune idee per escursioni in zona), ma è anche possibile solcare le acque del lago a bordo di un battello (per maggiori informazioni  http://www.navigazioneviverone.it)



LAGO-DI-VIVERONE
Foto di Viaggi che mangi


Queste sono solo alcune delle cose che potete fare nei dintorni di Biella, ma, volendo, ce ne sarebbero molte altre e spero di parlarvene presto. Ecco, intanto, alcuni luoghi di cui vi abbiamo già parlato nel blog:

Rosazza, il borgo più misterioso del Biellese







24 commenti:

  1. Quante cose da vedere! Le conoscevo ma non sapevo collocare geograficamente. Per me sarebbe un luogo ideale per fare trekking.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, a te piacerebbe moltissimo! Secondo me dovresti organizzare un weekend da quelle parti, magari facendo base proprio in un rifugio e poi da lì potresti fare diverse escursioni!

      Elimina
  2. Che bello aver partecipato in qualche modo a questo articolo!
    La zona di Biella è davvero meravigliosa e io e Ste siamo letteralmente innamorati del Lago di Viverone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te x la collaborazione! Sono contenta che le mie zone ti piacciano! 😍😍😍

      Elimina
  3. Devo essere sincera, non conosco Biella e i suoi dintorni. Un altro capolavoro del territorio italiano. È stato molto bello scoprirla attraverso il tuo racconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che sempre più persone siano incuriosite e organizzino un weekend nel biellese!! Grazie!! 💚

      Elimina
  4. Alessandra che spettacolo, mai mi sarei immaginata Biella così bella, ora voglio assolutamente vederla, soprattutto il lago! Grazie, ho proprio scoperto un nuovo angolo di bellezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di averti incuriosita perché questo angolo del Piemonte merita davvero di essere conosciuto! Grazie😊

      Elimina
  5. Beh di cose da fare li in orno ce ne sono abbastanza da poterci organizzare un bel viaggetto. Non solo Biella quindi, ma anche la strada panoramica con l'oasi di Zegna intrigano molto, così come le altre chicche di cui hai parlato e postato stupende fotografie. Cercheremo di passare qualche week end in zona per poterla scoprire meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! Sono proprio contenta!! ❤️❤️❤️

      Elimina
  6. Grazie per questi suggerimenti :) Non sono mai stata a Biella (casomai quest'anno riuscirò a visitarla) e mi ha incuriosito molto il borgo medievale di Ricetto di Candelo, di cui non avevo mai sentito parlare. Lo includo subito nei luoghi che conto di scoprire questa primavera :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una bellissima idea... Magari prova ad organizzarti durante 'Candelo in fiore'...😉😊

      Elimina
  7. Biella è uno di quei luoghi "insospettabili", dove la bellezza regna sovrana e la semplicità rende tutto più bello. Per me è stata una piacevole sorpresa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che ti sia piaciuta... Peccato non sia molto conosciuta🥰🥰🥰

      Elimina
  8. Non sono mai stata a Biella e tantomeno nei suoi dintorni ma ci sono un sacco di cose belle da visitare! ll Ricetto di Candelo lo avevo già sentito nominare, mentre gli altri posti no. Mi ispira tantissimo il Parco Burcina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un parco bellissimo in ogni stagione, ma, soprattutto, in primavera e in autunno. A noi biellesi piace moltissimo🥰🥰🥰

      Elimina
  9. Me ne hanno sempre parlato bene di questi luoghi ma non ho ancora avuto la possibilità di visitarli! Spero di poter recuperare il prima possibile! Mi segno dunque il tuo articolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio. Sono luoghi molto belli, ma purtroppo ancora semi-sconosciuti! Vale la pena scoprirli😉

      Elimina
  10. E' da tempo che mi vorrei visitare il Ricetto di Candelo e spero proprio di inserirlo tra le prime cose da vedere quando potremo riprendere a viaggiare.

    RispondiElimina
  11. Piemontese anche io (basso Piemontese per la precisione) ma trasferita dal 2008 nei Paesi Bassi anche se per motivi familiari viaggio di continuo tra i due paesi, sono rimasta subito colpita da questo tuo articolo sul Biellese, una zona che conosco molto poco purtroppo. Andrea ed io amiamo molto l'escursionismo e la montagna e quest'anno, complice la pandemia, stavamo pensando di scoprire alcune zone della mia regione dove non siamo mai stati. Il Biellese è tra questi. Ho letto così alcuni degli articoli che hai scritto su questa zona per documentarmi e li ho trovati molto interessanti per organizzare la nostra prossima vacanza
    R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello!! Spero che tante persone quest'anno possano conoscere queste zone d'Italia meno conosciute, ma non per questo meno belle di altre🥰🥰🥰

      Elimina
  12. Mia nonna era di Sordevolo. Sarà il legame affrttivo, ma tutta la provincia di Biella per me ha un che di magico, con luoghi bellissimi e poco conosciuti, come quelli di cui avete parlato in questo articolo, assolutamente incantevoli e molto adatti al tipo di viaggio dz fare in post lockdown

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo bel commento. Anch'io sono innamorata di quelle zone e mi dispiace che pochi le conoscano! 💚

      Elimina