Escursionismo


Pur essendo piemontese, ogni volta mi ritrovo a sorprendermi di quanti borghi io non conosca ancora. In questa puntata di #viaspettodame Samanta ci porta a scoprire il cuneese, area privilegiata per la sua vicinanza alle Alpi da una parte e alle Langhe dall'altra.


LANGHE


CIAO. RACCONTACI QUALCOSA DI TE E DEL TUO LAVORO.


Buongiorno a tutti e grazie, Alessandra, per avermi accolta su queste pagine! Mi chiamo Samanta, ho trent'anni e al momento sto viaggiando attraverso l'Europa. Faccio volontariato presso privati o associazioni che si occupano della cura e della protezione degli animali e ne approfitto per scoprire angoli spesso dimenticati del nostro continente. Ho una pagina web, Hopeless Wanderer, sulla quale parlo dei posti, a volte insoliti, che visito e cerco di trasmettere ai lettori le emozioni che ho vissuto. A questo associo consigli pratici, lezioni che ho imparato strada facendo e qualche pillola musicale.


SAMANTA-HOPELESS-WANDERER


DOVE ABITATE TU E LA TUA FAMIGLIA? IN QUALE PROVINCIA ITALIANA?


La mia famiglia abita nel cuneese, più precisamente in un paesino chiamato Niella Tanaro. È una realtà molto piccola, ma la vicinanza geografica alle Alpi e alle Langhe mi ha permesso, sin da piccolina, di scoprire veri e propri angoli di paradiso. Ci sono talmente tante piccole gemme da scoprire che tornare a trovare la mia famiglia, spesso, si trasforma in un tour alla riscoperta di questo o quel paesino.


PERCHE’, SECONDO TE, DOVREMMO VENIRE A SCOPRIRE LA ZONA IN CUI VIVI?


Oltre all'evidente bellezza del paesaggio, ciò che più amo della zona dalla quale provengo è il fatto storia, arte e spesso leggende popolari si mescolino creando scenari unici ed affascinanti. Le realtà che si possono visitare raccontano di streghe, ma anche di cavalieri e persino di Napoleone e, se si è disposti ad ascoltare, le loro vicende hanno molto da insegnare.


IN UN SOLO WEEKEND COSA CI CONSIGLIERESTI DI VISITARE?


Innanzitutto il Santuario di Vicoforte. Si tratta di una vera e propria meraviglia architettonica che attira da anni fedeli, studiosi e turisti. Muovendovi verso Mondovì potreste raggiungere Mondovì Piazza (ossia la parte alta della città) con le sue vie strette e la torre dell'orologio. Il giorno seguente potreste muovervi verso le Langhe, oppure arrivare sino a Cuneo. Le Langhe sono meravigliose e vi offrirebbero la possibilità di degustare vari tipi di vino locale (Dolcetto, Barolo, Barbaresco ad esempio). Si tratta di prodotti del quale siamo molto molto orgogliosi. A Cuneo, invece, potreste visitare la città, le sue piazze, i monumenti e respirare anche un pochettino di storia.



SANTUARIO-DI-VICOFORTE
SANTUARIO DI VICOFORTE


CI SONO ESCURSIONI NATURALISTICHE O ATTIVITA’ SPORTIVE CHE SI POSSONO FARE DALLE TUE PARTI?


Certamente! È possibile, ad esempio, percorrere il sentiero che porta ai laghi di Briaglia, oppure raggiungere Sant'Anna di Vinadio e godere di un panorama mozzafiato. Da piccolina sono sempre andata in campeggio a Prato Nevoso e ricordo tutt'ora le bellissime passeggiate in montagna. Gli amanti dello sci, poi, non rimarranno delusi dalle piste sciistiche di Limone Piemonte.


QUALI SONO I  PIATTI TIPICI DELLA ZONA? CI POTRESTI CONSIGLIARE QUALCHE BUON POSTO DOVE MANGIARE BENE SENZA SPENDERE UNA FOLLIA?


Sicuramente la bagna cauda, una salsina a base di acciughe panna e aglio nella quale vengono intinte verdure cotte e crude. A Carrù in autunno ha luogo la fiera del bue, un must per gli amanti del bollito. A questo si aggiungono cioccolatini e praline al rum (i cosiddetti Cuneesi), la torta di nocciole, vini e liquori artigianali.
Purtroppo, ormai i ristoranti tipici “storici” stanno lentamente lasciando il posto a locali più moderni. Allo stesso modo, alcuni dei pochi rimasti sono estremamente costosi. Un buon compromesso potrebbe essere la Trattoria Aimo, a Mondovì, in Via Gratteria. Il servizio è molto semplice ma si ha tutt'ora l'impressione di mangiare pietanze genuine, oneste e fatte con amore in un locale dall'atmosfera decisamente familiare.



CI SONO ATTIVITÀ O LUOGHI ADATTI ALLE FAMIGLIE CON BAMBINI?


Ci sono ancora alcune botteghe artigiane specializzate nella produzione di ceramiche che permettono ai bambini di osservare il processo di realizzazione di piatti e ciotole. A Prato Nevoso, invece, hanno inaugurato il Prato Nevoso Village, ossia un parco divertimenti per bambini che offre attrazioni diverse in estate e in inverno.


PER VISITARE AL MEGLIO LA TUA ZONA DOVE CI CONSIGLIERESTI DI SOGGIORNARE PER LIMITARE GLI SPOSTAMENTI?


Vi consiglierei di rimanere a Vicoforte. È sufficientemente vicina al resto dei luoghi nominati e vi permetterebbe di ammirare scorci davvero bellissimi. 


PENSI CHE LA TUA ZONA SIA ADEGUATAMENTE VALORIZZATA A LIVELLO TURISTICO?


Guardandomi indietro, a volte metto in dubbio il concetto di “valorizzazione”. Spesso, infatti, ho l'impressione che quella che qualcuno ritiene valorizzazione altro non sia che l'allinearsi a standard definiti da chissà chi. A volte vorrei vedere piccoli commerci, botteghe artigiane e ristoranti tipici valorizzati al posto dell'ennesimo centro commerciale compreso di food court, sapete? Parlare di tradizione non significa solamente parlare di eccellenza, ma anche di storia comune e questa ultima, a volte, viene messa da parte per far spazio al profitto.
Per rispondere alla domanda, insomma, credo si possa fare di meglio. Ciononostante, sono anche cosciente del fatto non si possa fare di meglio senza cambiare approccio oppure modo di vedere le cose. Questo ultimo passo, ovviamente, è quello più difficile.



ULTIMA DOMANDA: C’E’ UN LUOGO IN PARTICOLARE CHE POCHI CONOSCONO, MA CHE TU CI CONSIGLI ASSOLUTAMENTE DI VEDERE DALLE TUE PARTI?


Ci sono tantissimi posti magici e, davvero, sceglierne uno solo è proprio difficile. Monasterolo Casotto, ad esempio, è un paesino nel cuneese che conta solamente un'ottantina di abitanti e camminare lungo le sue strade significa fare un salto indietro nel tempo. Pamparato, allo stesso modo, è un paesino di nemmeno trecento abitanti noto ai più solamente per le famose Paste di Meliga (biscotti a base di farina di mais). Pochissimi sanno che ospita un museo dedicato agli “Usi della gente di Montagna” e che ha scorci davvero bellissimi. E che dire delle vallate al di là del comune di Ceva? Ormea e Garessio sono cittadine davvero deliziose e si trovano convenientemente sulla statale che porta ad Imperia.
Insomma, c'è davvero l'imbarazzo della scelta. Come spesso accade, basta sapersi guardare intorno per scoprire delle vere e proprie perle magiche.




PAMPARATO-PANORAMA
PAMPARATO


IL BLOG DI SAMANTA:                       

I SUOI PROFILI SOCIAL: 
Twitter: https://twitter.com/sam_whity


PER AVERE ULTERIORI SPUNTI




2 commenti:

  1. Il santuario di Vicoforte è davvero bellissimo e merita sicuramente la visita.

    RispondiElimina