Escursionismo


Oggi Elisabetta, per una nuova puntata della rubrica #viaspettodame, ci porterà alla scoperta di Pavia, una città ancora poco considerata a livello turistico. Oggi vedremo cosa fare, vedere e mangiare in un weekend alla scoperta di questa bellissima città lombarda.


CERTOSA-DI-PAVIA
CERTOSA DI PAVIA

CIAO. RACCONTACI QUALCOSA DI TE E DEL TUO LAVORO.

Buongiorno, io sono Elisabetta, sono ufficialmente un’impiegata amministrativa (grazie al mio diplomino da ragioniera ), ma nel tempo libero mi dedico al mio blog “Countrygirl – La ragazza va in città” che parla delle mie esperienze tra città e provincia e del mio approccio ad uno stile di vita sostenibile.


ELISABETTA-GATTI


DOVE ABITATE TU E LA TUA FAMIGLIA? IN QUALE PROVINCIA ITALIANA?


Da qualche anno mi sono trasferita a Milano, ma sono originaria della provincia di Pavia e amo tantissimo il mio territorio d’origine, tanto da definirmi “Pavese per sempre”.


PERCHE’, SECONDO TE, DOVREMMO VENIRE A SCOPRIRE LA ZONA IN CUI VIVI?


Pavia non è molto conosciuta, infatti molte persone non sanno nemmeno dove sia, nonostante disti solo una trentina di kilometri da Milano, ma è una città piena di storia e ci sono posti incantevoli sparsi in tutta la provincia. Del resto Pavia è stata per un lungo periodo capitale del regno Longobardo e questo non è certo un dettaglio da poco.


IN UN SOLO WEEKEND COSA CI CONSIGLIERESTI DI VISITARE?


Io consiglierei un itinerario che parte ovviamente dalla città di Pavia per poi spostarsi in alcuni punti di interesse come: 
  • Certosa di Pavia con l’omonimo monumento che è nientemeno che la chiesa personale di Caterina Visconti, moglie di Gian Galeazzo ed un edificio storico di rara bellezza; 
  • Bereguardo dove trovate un castello Visconteo e il caratteristico Ponte di Barche sul Ticino; 
  • Belgioioso, anche qui il castello Visconteo da poco ristrutturato e diventato sede di numerosi eventi di rilevanza nazionale, come la fiera “Vintage” oppure “Officinalia;

Se volete invece concedervi un po’ di relax, vi consiglio di dirigervi verso le stupende colline dell’Oltrepò Pavese, rinomato soprattutto per i vini che potete degustare visitando una o più cantine sparse un po’ in ogni dove.


COLLINE-OLTREPO-PAVESE
COLLINE OLTREPO PAVESE


La visita di Pavia si può fare a piedi in una giornata perché la città è piccola e a misura d’uomo. 
Partendo dal Castello Visconteo spostatevi verso il centro percorrendo Strada Nuova e dritti dritti arrivate al Ponte Coperto. 
Mentre percorrete Strada Nuova, fate attenzione perché a poco più di metà, sulla destra, alzando lo sguardo potete avvistare l’Angelo della Peste; il bassorilievo di un angelo che indica il Ticino e quindi la strada per uscire dalla città. 
Attraversando il ponte, a pochi metri di distanza trovate il caratteristico monumento alla Lavandaia che è anche un ottimo punto panoramico per godersi la vista della città. 


MONUMENTO-ALLA-LAVANDAIA
MONUMENTO ALLA LAVANDAIA


Ritornando in centro e risalendo sempre da Strada Nuova si incrocia Corso Cavour e Piazza Della Vittoria dove potete fermarvi per un gelato o per bere qualcosa in uno dei tanti locali che affacciano sulla piazza e così godervi la bellezza del cuore di Pavia. 
Poco distante dalla piazza trovate il Duomo, recentemente ristrutturato (la cupola è la quinta per dimensioni in Italia) e i resti della Torre Civica tristemente crollata nel 1989. 


DUOMO-PAVIA
DUOMO


Pavia è piena inoltre di chiese stupende come San Teodoro, San Pietro in Ciel’d’Oro (dove sono custodite le reliquie di Sant’Agostino), San Michele, Santa Maria del Carmine. Davvero una più bella dell’altra. 
Vi consiglierei di fare un giretto anche nei cortili interni dell’Università di Pavia perché regalano angoli davvero suggestivi.


CI SONO ESCURSIONI NATURALISTICHE O ATTIVITA’ SPORTIVE CHE SI POSSONO FARE DALLE TUE PARTI?


Poco fuori dalla città trovate l’Oasi di Sant’Alessio. Un’area naturale protetta dove potete ammirare numerose specie di volatili e tanti altri animali selvatici e non. Un posto stupendo e ideale per grandi e piccini.
Da Pavia transita anche la Via Francigena. Partendo da Pavia centro si può arrivare fino al paese di Santa Cristina. Non è ancora valorizzata come dovrebbe, ma questa è una pecca che questa via antichissima presenta in molti punti d’Italia purtroppo.


QUALI SONO I  PIATTI TIPICI DELLA ZONA? CI POTRESTI CONSIGLIARE QUALCHE BUON POSTO DOVE MANGIARE BENE SENZA SPENDERE UNA FOLLIA?


Il riso la fa da padrone grazie alle famose risaie sparse un po’ in tutto il territorio. 
Vi consiglio di assaggiare dei risotti perché, anche io che non sono una gran cuoca, ho nel DNA la preparazione di queste ricette e sono favolosi. 
I salumi, specialmente dell’Oltrepò e per chi è alla ricerca di particolarità, ci sono le rane. Io non le amo, ma sono proprio tipiche di queste zone.
La zuppa alla pavese è famosissima ed è fatta con brodo, pane raffermo, formaggio e uovo. (Si dice sia stata creata da una contadina per sfamare il re Francesco I durante una battaglia nelle campagne pavesi).
Il vino è l’altro pezzo grosso di queste terre e, come vi ho già anticipato prima, le cantine sono disseminate in tutto l’Oltrepò e troverete sicuramente il vino che vi conquisterà.


VIGNE-OLTREPO-PAVESE


Se volete qualcosa di veloce e gustoso vi consiglio:
- Alvolo Cibi da Strada in Via Parodi 3 (in pieno centro città), dove potete provare panini davvero buoni e particolari fatti con prodotti di ecellenza;
- Il Boccio Pub in Via dei Mille 216 (in zona Borgo Ticino, aldilà del Ponte Coperto) dove io ho trascorso tante serate a mangiare panini buonissimi come il mio amato Savage, ma potete trovare anche piatti e altre leccornie.

Volendo mangiare comodamente seduti e assaggiare prodotti tipici pavesi vi consiglio:
- Osteria della Darsena in Piazza Morosi 8, proprio vicino al Naviglio Pavese, sempre in centro città, dove potete cenare provando piatti tipici in un’atmosfera intima e caratteristica a prezzi ragionevoli; 
- Appena fuori Pavia, esattamente a Bereguardo in Via Cascina Orsine 5, trovate l’Azienda Agricola Cascine Orsine che incontra le esigenze di vegani e vegetariani proponendo piatti con prodotti tipici del territorio e dà la possibilità di acquistare gli stessi nella bottega adiacente;
- Sempre fuori Pavia, a Belgioioso, l’Osteria del Roggiolo, in via Fratelli Strambio 59, dove si mangiano piatti tipici in un’atmosfera casalinga. Qui faccio attualmente le mie cene “di classe” coi compagni delle superiori quindi sono molto affezionata e restiamo sempre estremamente soddisfatti;
- Per chi si vuole avventurare sulle colline dell’Oltrepò vi consiglio l’Antica Osteria di Calvignano, in Via Roma 13 a Calvignano. Si mangia benissimo, i proprietari sono persone squisite e se riuscite ad avere un tavolo in terrazza, potrete godere di una vista meravigliosa sulle colline circostanti.


CI SONO ATTIVITÀ O LUOGHI ADATTI ALLE FAMIGLIE CON BAMBINI?


Sicuramente la già citata Oasi di Sant’Alessio dove i bambini possono ammirare tanti animali e si può optare per fare un pic nic tutti insieme in mezzo alla natura.
Non volendo spostarvi troppo dalla città, potete godervi il Castello Visconteo con il suo parco. Lì ci sono zone dedicate bimbi con attrazioni sia gratuite che a pagamento.
Spostandovi in collina, a Pietra de Giorgi, l’associazione Kids Morning propone ogni sabato mattina tantissime attività per i più piccoli, divertenti ed educative allo stesso tempo (nel caso contattatemi per avere maggiori informazioni).


PER VISITARE AL MEGLIO LA TUA ZONA DOVE CI CONSIGLIERESTI DI SOGGIORNARE PER LIMITARE GLI SPOSTAMENTI?


Io farei base in qualche B&B o hotel di Pavia che può essere un’ottimo punto di partenza per spostarsi nella zona ed è anche la soluzione migliore in caso di spostamenti in treno o bus.


PENSI CHE LA TUA ZONA SIA ADEGUATAMENTE VALORIZZATA A LIVELLO TURISTICO?


Sicuramente si potrebbe fare molto di più perché le potenzialità sono molto elevate, ma ci sono già enti e associazioni che si stanno muovendo per promuovere al meglio il turismo. 
Il Castello Visconteo, per esempio, è molto attivo nella promozione di mostre ed eventi interessanti che richiamano turismo in città.


ULTIMA DOMANDA: C’E’ UN LUOGO IN PARTICOLARE CHE POCHI CONOSCONO, MA CHE TU CI CONSIGLI ASSOLUTAMENTE DI VEDERE DALLE TUE PARTI?


Non è un luogo conosciuto da pochi, ma è il mio preferito: io amo attraversare il ponte a piedi e fermarmi a metà, in uno dei terrazzini, a guardare il fiume che scorre e la bellezza di questa città di provincia che io amo tanto con tutti i suoi pregi e i difetti, ma che nelle giornate di sole mi ruba sempre il cuore.


IL BLOG DI ELISABETTA: 
www.countrygirl.it                        

I SUOI PROFILI SOCIAL: 
Facebook: https://www.facebook.com/countrygirl.it/ 

14 commenti:

  1. Rileggendo mi sono quasi commossa. La mia amata Pavia.
    Grazie Alessandra per avermi dato l'opportunità di farla conoscere.

    RispondiElimina
  2. Ho dei parenti in provincia di Pavia e leggendo il tuo articolo mi hai fatto rivivere l'emozione di quando visitavo quei posti nella mia infanzia. Mi piacerebbe tornarci per vedere l'effetto che fa.
    Seguirò i tuoi ottimi consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... Spero che tu possa presto tornarci😊💚

      Elimina
  3. Abito a Lodi, non lontano da Pavia eppure è una città che conosco pochissimo. Mi tengo il tuo itinerario per la prossima visita!

    RispondiElimina
  4. Pavia non è solo nebbia, ma splendide colline e luoghi da visitare. A me piace molto il castello di Belgioioso anche perché organizzano diverse manifestazioni molto interessanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il titolo provocatorio è stato scelto da Elisabetta proprio perché alcuni sottovalutano queste località pensando ci siano solo nebbia d'inverno e zanzare d'estate. E invece no!! Grazie x i tuoi suggerimenti! 😊💚

      Elimina
  5. C'è un piccolo pezzettino di DNA pavese in me (da parte di mio padre) e amo molto sia la città che la sua provincia. Per me è uno di quei pezzi d'Italia di cui si parla troppo poco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione e sono contenta che Elisabetta ne abbia parlato😊❤️

      Elimina
  6. Davvero molto interessante! Sono stata a Pavia e alla Certosa ma mi piacerebbe anche esplorare i dintorni, ad esempio le Colline dell'Oltrepò Pavese che non conosco assolutamente!

    RispondiElimina
  7. Non conoscevo Elisabetta e il suo blog, però conosco Pavia perché ci sono stata in occasione di qualche gita scolastica. Oddio, non posso dire di conoscerla perché non ricordo molto, ma almeno so dov'è ;) Poi ovviamente il riso di quelle parti è famosissimo, e vogliamo parlare dei vini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le ns province hanno veramente tanto da offrire...e molto spesso vengono sottovalutate a favore di mete più celebri. Grazie😉

      Elimina