Escursionismo


Come ogni estate al ritorno dalla nostra vacanza in Val Pusteria vi vogliamo proporre le nuove escursioni che abbiamo ‘testato’ durante il nostro soggiorno. Ormai è da otto anni che trascorriamo le ferie estive in questa zona dell’Alto Adige, ma ogni volta riusciamo a trovare nuovi sentieri da percorrere e nuovi angoli da esplorare. Oggi vi portiamo a scoprire l’Alta Via Nord della Croda Rossa che, partendo da Prato Piazza, si ricongiunge a Ponticello passando attraverso la Malga Cavallo.


CRODA-ROSSA


Come raggiungere Prato Piazza


Prato Piazza è uno dei luoghi più celebri e fotografati di tutta la Val Pusteria. Si tratta di un vasto altopiano da cui partono i sentieri verso cime molto note come il Monte Specie, il Picco di Vallandro e, come vedremo oggi, la Croda Rossa.


PRATO-PIAZZA


Visto il grande afflusso di turisti soprattutto negli ultimi anni, le amministrazioni hanno deciso di regolare il traffico di automobili verso Prato Piazza. Nei mesi estivi dalle ore 10 alle ore 16 la strada che da Ponticello arriva a Prato Piazza viene chiusa. Prima delle 10 (se i parcheggi non sono già pieni) è possibile percorrerla pagando un pedaggio. Dalle ore 10 alle ore 16 potete parcheggiare a Ponticello e aspettare il bus 443 che vi porterà a Prato Piazza ogni 20 minuti circa. I biglietti si possono fare a bordo e vengono fatti solo per una corsa: se desiderate riprendere il bus per il ritorno dovrete fare un nuovo biglietto. 

Nel caso dell’escursione verso la Croda Rossa vi consigliamo  di parcheggiare a Ponticello e di salire verso Prato Piazza in bus perché il sentiero vi riporterà alla fine della giornata di nuovo a Ponticello e non dovrete di nuovo pagare per scendere.


Alta Via Nord Croda Rossa: Prato Piazza-Malga Cavallo-Ponticello



Una volta arrivati in bus a Prato Piazza (1979 m) dopo aver percorso poche decine di metri arriverete al Rifugio Prato Piazza e all' Hotel Hohe Gaisl. Proprio di fronte all’hotel troverete le indicazioni per la Malga Cavallo (sentiero n 3).



PRATO-PIAZZA-SEGNALETICA


La prima parte del sentiero è molto semplice e, attraverso i prati e i cembri, vi condurrà in una conca (sorgenti) la quale va attraversata tenendosi verso destra. In questo parte del sentiero non abbiamo visto indicazioni, ma voi, per non sbagliare, tenete sempre la destra in direzione Ponticello.

Da questo punto inizia la salita vera e propria che vi condurrà al circo di Gumpal, un anfiteatro roccioso in cui forse vi sarà possibile, com’è successo a noi, avvistare le marmotte. 



CIRCO-DI-GUMPAL


Una volta arrivati in cima (2340 m) e tenendo sempre la destra vi troverete a percorrere l’Alta Via che, quasi pianeggiante, vi condurrà lungo il versante settentrionale della Croda Rossa. Questa parte del percorso richiede attenzione perché il sentiero è stretto e si sviluppa lungo i ghiaioni, ma è anche la parte più panoramica e divertente.



CRODA-ROSSA-GHIAIONI


Continuando a camminare lungo la parete della Croda Rossa arriverete allo spigolo esposto della Crodetta. Qui troverete delle corde metalliche a cui attaccarvi: è necessaria molta attenzione e assenza di vertigini, ma non è richiesto il kit da ferrata. Anzi, probabilmente negli ultimi tempi le funi sono state sostituite perché anni fa avevamo deciso di tornare indietro a questo punto del percorso perché la catena era troppo alta e non riuscivo ad afferrarla, mentre ora sembra nuova ed è posizionata ad un’altezza ragionevole. 



CRODA-ROSSA-SENTIERO-ATTREZZATO


La Malga Cavallo (2212 m)  è già visibile a questo punto del percorso, ma, purtroppo, il sentiero originale è stato modificato a causa di una grossa frana. Qualche anno fa, infatti, una parte della Croda Rossa è franata provocando un forte distacco di roccia e sassi per cui, mentre prima il sentiero vi avrebbe portato quasi in piano alla Malga, adesso bisogna scendere verso il basso e poi risalire per aggirare l’enorme frana. Comunque ci sono tutte le indicazioni: basta seguire il segnale bianco rosso.


CRODA-ROSSA-FRANA


Quest’estate, proprio a questo punto dell’escursione, è scoppiato un temporale: menomale che la Malga Cavallo era vicina! Ci siamo rifocillati e riscaldati e nel frattempo ha smesso di piovere. Da qui, per tornare a Ponticello, basta seguire in discesa la carrareccia che, in circa un’ora e un quarto, vi riporterà alla vostra auto.



MALGA-CAVALLO

CRODA-ROSSA-ITINERARI-LOW-COST


Alta Via Nord Croda Rossa: indicazioni tecniche



Come abbiamo ribadito più volte in questo post, l’escursione di cui vi abbiamo parlato non è particolarmente faticosa, ma richiede passo sicuro e assenza di vertigini. NON è adatta ai bambini in quanto ci sono delle parti esposte che potrebbero essere pericolose per loro.

Vi consigliamo di percorrere questo sentiero solo con tempo sereno in quanto l’ultima parte del sentiero (poco prima della Malga Cavallo) è fangosa e c’è il pericolo di scivolare. Siamo certi che vi divertirete!!


PUNTO DI PARTENZA: Prato Piazza (1979 m)
PUNTO DI ARRIVO: Alb. Ponticello (1491 m)
DISLIVELLO: 455 m in salita, 945 m in discesa

TEMPO DI PERCORRENZA: 4 h (senza tener conto delle pause e delle deviazioni)

16 commenti:

  1. Bello e sembrerebbe fattibile anche per me, ho solo il dubbio del punto dove non devono esserci vertigini (eheh). Purtroppo scopro i miei limiti di volta in volta quando mi ci trovo. A volte cose difficili mi riescono senza problemi e a volte punti impensabili mi bloccano.
    Ad ogni modo sembra davvero un giro bello e affascinante.
    Lo tengo in considerazione per un eventuale ritorno in Val Pusteria.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non è un sentiero particolarmente difficile... L'unico problema potrebbe essere il percorso attrezzato x chi soffre appunto di vertigini. Grazie❤️

      Elimina
  2. La val pusteria è la mia seconda casa! Mi piace questo itinerario che hai proposto, non ho mai fatto quella parte della ferrata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche x noi è la seconda casa (magari possederne una veramente lassù😍😍😍)!! Grazie

      Elimina
  3. Non sono mai stata in Val Pusteria per cui la vedo solo dalle tue foto ed è 😍😍😍! L'unico mio problema è il discorso delle vertigini: ho scoperto solo la scorsa estate (una volta, da noi a Rocca Calascio) e quest'anno (due volte, di cui una sul sentiero del lago di Scanno, per arrivare nel punto in cui si vede la sua forma a cuore: dove arrivano tranquillamente anche le spose, con tanto di vestito, per i book fotografici!), di avere qualche problema con le altezze e i sentieri così stretti! 😁 Ed è un peccato perché i panorami meritano, come questi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, se soffri di vertigini è meglio non fare questo tipo di sentieri... oppure potresti provare x gradi. Questi posti meritano veramente😍😍😍

      Elimina
  4. Anche se soffro di vertigini farei questo bel sentiero. Utilissime tutte le informazioni su come arrivare, essenziali per chi come me non è mai stato da quelle parti.

    RispondiElimina
  5. Sembra un itinerario davvero interessante. La prima parte non mi spaventa ma ho un po' timore riguardo la seconda dove il sentiero si fa decisamente più stretto. Anche dalle foto lo vedo davvero minuscolo. Magari potrei prenderlo in considerazione dopo aver fatto un po' più di pratica con la paura di cadere! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, magari non è adatto come primo sentiero da fare... magari dopo un po' di riscaldamento😅

      Elimina
  6. Amo la Val Pusteria, ma purtroppo soffro di vertigini e questa escursione non fa per me. Ma leggendola è come essere stata un po' li con voi. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna in quella zona ci sono sentieri x tutti, vero?😉😍

      Elimina
  7. Che meraviglia di percorso. Data la tua passione per il trekking, sei mai stata sulle Piccole Dolomiti nell'Alto Vicentino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo no. Dato che abbastanza spesso salgo nel Veneto potrei organizzarmi. Dove consigli di pernottare x un weekend in quelle zone?

      Elimina
  8. Sono stata a Prato Piazza per salire sul Picco di Vallandro...Che posto spettacolare! Questo sentiero invece non l'ho mai fatto! Anche io bazzico spesso in Val Pusteria, me lo ricorderò per la prossima gita tra i monti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non ho ancora fatto il Picco di Vallandro? Ho fatto però il Monte Specie che é lì vicino. Mi spaventa il fatto che sia tutta salita sotto il sole. Complimenti!!! 💪🏻😉

      Elimina