giovedì 7 giugno 2018

Il Castello di Racconigi e il suo Parco Reale: a (s)passo di bimbo tra le Residenze Reali Sabaude

Montagne, laghi, fattorie didattiche, parchi, città eleganti ricche di feste ed eventi pensati per le famiglie e per i più piccoli. Il Piemonte è una destinazione perfetta da visitare con i bambini.


CASTELLO-RACCONIGI-PARCO-FIORITURA



Quando non siamo a zonzo in giro per il Mondo, amiamo fare le nostre gite fuori porta. Anche solo di una giornata, nei luoghi del nostro splendido territorio, spesso in lista Patrimonio UnescoLe Langhe, il Roero e il Monferrato con distese collinari a perdita d’occhio, i borghi arroccati, gli antichi castelli e la buona cucina, rendono il Piemonte un’occasione unica per rendere un week end indimenticabile. Se poi, come noi, amate sognare atmosfere reali e fiabesche, sono numerose le Residenze Sabaude e le loro oasi, dove poter passare una giornata tutti insieme rivivendo i fasti del passato. Se i vostri bimbi sono appassionati di dame e cavalieri e la loro fantasia si scatena in antiche leggende, vi suggeriamo un nostro luogo del cuore, un Castello incastonato tra le Langhe e il Capoluogo Torinese.

A 40 km da Torino, il Castello Reale di Racconigi è un luogo di grande fascino, dove si respira l'atmosfera sabauda del passato.

IL CASTELLO E IL SUO PARCO


CASTELLO-RACCONIGI


Il Castello Reale di Racconigi, è stato per secoli dimora di numerosi reali e nobili, passando dai marchesi di Saluzzo alla nota Casa Savoia.

Dai tempi di Carlo Alberto, la famiglia reale trascorreva la villeggiatura in questo imponente ed elegante castello, circondato da un bellissimo polmone verde.

Il maestoso parco di circa 170 ettari, utilizzato in passato come riserva di caccia e tenuta agricola, è delimitato da un lungo muro di cinta in mattoni rossi lungo in totale 6 km, che racchiude corsi d'acqua e il lago.


CASTELLO-RACCONIGI-LAGO


Oggi il Castello reale di Racconigi è un Polo Museale aperto al pubblico, inserito nell'elenco dei Musei e Luoghi della Cultura, costantemente ristrutturato per conservarne l’antico splendore.

Fa parte del circuito delle Residenze Sabaude del Piemonte e ogni prima domenica del mese, sia il castello che il parco, sono ad ingresso gratuito, nell'ambito dell'iniziativa #DomenicalMuseo e per disposizione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Nel 2010 il Parco, opera dell’architetto di giardini Xavier Kurten ed esempio tra i più significativi in Europa del paesaggio Romantico, è stato scelto tra i primi dieci finalisti e poi decretato vincitore nel concorso "I parchi più belli di Italia".

Visitando l'interno del Castello, una delle residenze sabaude meglio conservate, è possibile ammirarne gli arredi, le suppellettili, i dipinti e le sale che sembrano stiano aspettando gli antichi reali per riviverne gli splendori passati.

Ci si può immedesimare nell'atmosfera spensierata delle villeggiature estive dei Savoia, trascorrendo una magnifica giornata all’aperto con i bambini, con la famiglia, con gli amici in un’atmosfera romantica e suggestiva.

Siamo particolarmente affezionati a questo Castello. Abbiamo passeggiato spesso nei giardini del Parco quando ero con il mio bel pancione, con il nostro piccolino nel marsupio o, come ora, inseguendolo gioiosamente mentre corre dietro ad una palla.


CASTELLO-RACCONIGI-PARCO


Torniamo spesso a respirare quei ricordi che si arricchiscono dolcemente visita dopo visita.

Lungo i sentieri, tra alberi secolari, ci si può immergere nei suoni della natura godendo della tranquillità di un'atmosfera del passato.

Esplorare il parco in carrozza con i bambini è molto divertente, (il nostro piccolo adora i cavalli!) se no con la bicicletta o lentamente a piedi.


CASTELLO-RACCONIGI-CALESSE


All'interno dell'oasi, proprio al centro ma non distante dall'ingresso, potete fare una sosta relax nella caffetteria bar presente all'interno della Dacia russa e concedervi un pic nic su grandi plaid all'ombra di alberi secolari.


CASTELLO-RACCONIGI-AREA-PICNIC


Lungo i bacini d'acqua, vi capiterà di incontrare aironi cenerini, poiane, picchi, anatre e le ormai famose cicogne di Racconigi, che nidificano sui comignoli del Castello e sulla Margaria.


CASTELLO-RACCONIGI-LA-MARGARIA

CASTELLO-RACCONIGI-NIDO-CICOGNE


Il Castello è la meta ideale per una giornata tra arte e natura, tra la storia e il paesaggio, da poter condividere anche con i  vostri amici a quattro zampe.

Un valore aggiunto è il fatto di poter accedere ai giardini in compagnia del proprio cagnolino, benvenuto purché al guinzaglio. E finalmente la famiglia è al completo!


CASTELLO-RACCONIGI-CANE


CASTELLO PATRIMONIO UNESCO

Dal 1997 tutto il complesso del Castello Reale di Racconigi, come tutte le altre Residenze Sabaude in Piemonte, è riconosciuto dall'Unesco, che lo ha iscritto fra i beni considerati "Patrimonio dell'Umanità".

EVENTI AL CASTELLO E AL PARCO

Nella preziosa cornice del Castello e del Parco di Racconigi vengono spesso allestite mostre e attività per grandi e piccini.


CASTELLO-RACCONIGI-INSTALLAZIONE


Dopo il successo delle edizioni passate ritorna c’era una volta nel giardino del re, che rientra nel calendario di Palchi Reali: il cartellone degli spettacoli che si svolgono in estate nei giardini e nelle Residenze Reali del Piemonte.

NEI PRESSI DEL CASTELLO - VIVA LE CICOGNE!


CASTELLO-RACCONIGI-FIORITURA


Le cicogne, che sorvolano i cieli di Racconigi e che nidificano sui comignoli del Castello, possono essere ammirate anche nell'Oasi delle Cicogne, che sorge a poca distanza dal Castello. Immersa nella pace assoluta, tra il canto melodioso di tutti gli uccelli che la abitano.

Un angolo di natura incontaminata in cui provare l'esperienza del birdwatching con i vostri bimbi.

L' Associazione Centro Cicogne e Anatidi di Racconigi offre la possibilità di vedere da vicino bellissimi esemplari di cicogne e i lori piccoli, attraverso percorsi guidati o liberi.

Sui tetti all'ingresso, sui nidi all'interno, in volo alla ricerca dei bastoncini per costruire il nido, potrete ammirarle in tutto il loro splendore nel loro ambiente naturale.

Ci sono poi anatre e oche di molti tipi, un'oasi naturalistica davvero molto bella da scoprire con i bambini, soprattutto nel periodo tra maggio e luglio, quando le cicogne nidificano e allevano i piccoli.

Secondo il nostro parere uno splendido abbinamento alla visita del Castello per una giornata baby friendly e a (s)passo di bimbo.

Robi Robi - Trecuorieunavaligia


16 commenti:

  1. Che bello questo spazio per poter portare un pò del nostro Piemonte nel cuore di tante persone. Grazie Itinerari Low cost!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te... dato che io ormai sono lontana dal Piemonte da anni mi fai da vice!! : D

      Elimina
  2. Che bei posti, accidenti! Il Piemonte è vicino a noi, quindi mi sa che questa non ce la perderemo! Grazie!

    RispondiElimina
  3. Ho una passione per i castelli, le residenze sfarzose e conosco pochissimo il Piemonte ma questo consiglio è assolutamente da tenere a mente per un itinerario #aspassodibimbo per le prossime vacanze.

    RispondiElimina
  4. Ne ho sempre sentito parlare molto bene, ma non credevo fosse così bello e così ben tenuto. Ci farò un giro sicuramente. Grazie della suggestione.

    RispondiElimina
  5. Che bello questo itinerario tra castelli e oasi naturalistiche... tra le varie Residenze Sabaude non ho mai visitato Racconigi, quindi la dritta dell'apertura gratuita la prima domenica del mese e' preziosa.

    RispondiElimina
  6. Questo stupendo castello mi chiama! Vorrei fare un bel giro delle residenze Sabaude, un giorno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che un giorno tu riesca a farlo! Grazie 😊

      Elimina
  7. Sono d'accordo con voi su quanto meriti il Piemonte per una gita in famiglia, magari a misura di bimbo...Noi dalla Liguria ne abbiamo già fatte, ma Racconigi ci manca e voi ci avete dato delle ottime dritte per godercela con i pargoli ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta...poi ci racconti eh?☺️

      Elimina
  8. Sono stata tante volte a Racconigi ma da bambina ma non c'era ancora l'oasi delle cicogne. Finché abitavo a Torino non siamo andati e adesso... siamo un poi troppo lontani. Mi piacerebbe però andare, deve essere molto interessante, prima o poi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che anche a me succede? Non ho visitato alcuni posti in Piemonte mentre abitavo su che ora vorrei tanto visitare. 😉

      Elimina