Escursionismo


Ormai lo sapete, Bassano del Grappa è una tra le cittadine italiane in cui io e Roberto amiamo spesso tornare. E' una cittadina elegante, dal grande passato, ma che ha molto da offrire a livello gastronomico, naturalistico e artistico al turista che la scopre. Oggi, per la rubrica #viaspettodame, seguiremo i consigli della veneta Tania.


BASSANO-DEL-GRAPPA


CIAO. RACCONTACI QUALCOSA DI TE E DEL TUO LAVORO.



Ciao! Oltre a fare la Travel Blogger sono una copywriter e mi diletto a scrivere qualsiasi cosa mi passi per la testa. Per la verità è da poco tempo che svolgo questa mansione, infatti non è ancora perfettamente rodata, ma è ciò che vorrei fare, ossia migliorarmi ogni giorno fino a farla diventare la mia attività principale. Ci riuscirò? Solo il tempo mi darà una risposta, nel frattempo io ci provo!


DOVE ABITATE TU E LA TUA FAMIGLIA? IN QUALE PROVINCIA ITALIANA?


La mia famiglia è composta da un cane di nome Pepe e due gatti di nome Peggy e Nacho. Diciamo che mi piace interagire con specie diverse appartenenti allo stesso mondo! Comunque abitiamo a Romano d’Ezzelino, un comune confinante con la più famosa Bassano del Grappa. 


PERCHE’, SECONDO TE, DOVREMMO VENIRE A SCOPRIRE LA ZONA IN CUI VIVI?


Io adoro la mia zona perché è ricca di acqua, montagna, colline e natura, tutto quello di cui ho bisogno; anche se a volte, anzi spesso, sento il bisogno di fuggire attratta dalla curiosità di scoprire nuovi confini, altrimenti non farei la Travel Blogger! La zona in cui vivo ha un importante tessuto naturalistico, storico e culturale assolutamente da non perdere.


IN UN SOLO WEEKEND COSA CI CONSIGLIERESTI DI VISITARE?


Un weekend è sufficiente per visitare il centro storico e un po’ di dintorni. 

Si parte dal Museo Civico, uno fra i più antichi musei veneti, che contiene opere di Antonio Canova e di Jacopo da Ponte. A Palazzo Sturm, fino al 15 dicembre, è esposta l’opera dell’artista Li-Jen Shih “King Kong Rhino”, un’installazione in acciaio con le fattezze di un rinoceronte, atta a sensibilizzare la drammatica situazione in cui versa la vita di questo nobile animale e il decadimento della sensibilità umana verso la nostra Madre Terra. Dal 20 aprile al 30 settembre, sempre a Palazzo Sturm, ci sarà la mostra delle opere di Albrecht Dürer, appartenenti alla famiglia Remondini, un’importante dinastia di stampatori conosciuti in tutto il mondo che aveva il negozio nella piazza principale della città. 

Infine, per riprendere le energie, si può visitare il Museo della Grappa e assaggiare o acquistare la grappa fatta dalla famiglia Poli. 



BASSANO-DEL-GRAPPA-PONTE-DEGLI-ALPINI


Dopo aver fatto un po’ di foto sul Ponte degli Alpini, al momento in ristrutturazione ma visitabile, si passa a vedere il Museo degli Alpini, con testimonianze della Prima e della Seconda Guerra Mondiale. 

Infine si segue il corso del fiume Brenta fino ad arrivare al Museo Hemingway e della Grande Guerra, per scoprire il legame fra lo scrittore americano e Bassano del Grappa, che trascorse un anno della sua vita vivendo all’interno di Villa Ca’ Erizzo. Il resto del tempo si può trascorrere passeggiando fra i vicoli del centro per ammirare i negozi e i tipici locali. 



BASSANO-DEL-GRAPPA-MONUMENTO-ALPINO


Una menzione speciale va ai ricordi delle due guerre: viale dei Martiri in cui i lecci testimoniano l’uccisione e l’impiccagione di giovani partigiani, l’Ossario che contiene oltre 5000 resti di soldati caduti, la statua del Generale Giardino che guarda in direzione del Monte Grappa, l’installazione dedicata ai ragazzi del ’99 in Prato santa Caterina, per ricordare i giovani del 1899 che si sono battuti per salvare il paese durante la Prima Guerra Mondiale. 



BASSANO-DEL-GRAPPA-VIALE-DEI-MARTIRI


Al giovedì e al sabato mattina c’è il mercato cittadino con bancarelle di prodotti tipici e abbigliamento.



CI SONO ESCURSIONI NATURALISTICHE O ATTIVITA’ SPORTIVE CHE SI POSSONO FARE DALLE TUE PARTI?


Ce ne sono tantissime! Il più frequentato è il percorso ad anello da fare a piedi o in bici lungo il fiume Brenta che porta fino alla cittadina di Pove del Grappa e ritorna a Bassano seguendo la riva opposta del fiume. Oppure si può salire all’Eremo di san Bovo sulle colline di san Michele e visitare la chiesa di sant’Eusebio sulla riva destra del Brenta, scendere ancora per visitare le cascate del Silan fra quartiere XXV aprile e san Michele. Uscendo da Bassano invece si può scegliere di fare un giro in rafting sul Brenta, un tour in quad partendo da Romano d’Ezzelino, una discesa in deltaplano dal versante trevigiano prima di arrivare a Campo Croce o visitare la Gipsoteca Canoviana e il Tempio Canoviano a Possagno.

Le città limitrofe da visitare sono invece Asolo, considerata uno dei borghi più belli d’Italia, Marostica con la sua piazza a scacchi e Cittadella con la sua cinta muraria medievale interamente percorribile. 


QUALI SONO I PIATTI TIPICI DELLA ZONA? CI POTRESTI CONSIGLIARE QUALCHE BUON POSTO DOVE MANGIARE BENE SENZA SPENDERE UNA FOLLIA?


A Bassano il menù varia dai semplici cicchetti (antipasti vari) a cucine etniche come quella cinese o messicana. Ci sono inoltre pizzerie e un punto macrobiotico. Ma le specialità del luogo sono i prodotti stagionali come il broccolo, l’asparago bianco, il Prosecco di Valdobbiadene, la soppressa e il Baccalà alla vicentina. La trattoria più conveniente è sicuramente da Alice che si trova prima della stazione ferroviaria. Ma prima di andare via gli acquisti da fare sono: una bottiglia di grappa Poli, Nardini o Bassanina e un pacco di “Bigoi de Bassan” una pasta tipo bucatini adatta a sughi corposi.


CI SONO ATTIVITÀ O LUOGHI ADATTI ALLE FAMIGLIE CON BAMBINI?



BASSANO


Ci sono due parchi pubblici molto grandi adatti sia per bambini che per animali e una spiaggia sulla riva sinistra del Brenta dove poter rilassarsi e far giocare i più piccoli. Palazzo Bonaguro organizza spesso attività didattiche per bambini e anche la biblioteca civica ha in serbo dei percorsi di insegnamento alla scoperta della bellezza della conoscenza. 


PER VISITARE AL MEGLIO LA TUA ZONA DOVE CI CONSIGLIERESTI DI SOGGIORNARE PER LIMITARE GLI SPOSTAMENTI?


L’hotel principale posto all’entrata del centro città è l’Hotel Belvedere oppure ci sono alcuni Bed & Breakfast nelle vicinanze.


PENSI CHE LA TUA ZONA SIA ADEGUATAMENTE VALORIZZATA A LIVELLO TURISTICO?


Purtroppo non molto, solo l’attività museale negli ultimi anni è rinata grazie alla direttrice Chiara Casarin, che ogni anno sorprende la città con mostre dal fascino internazionale. L’anno scorso, ad esempio, ha avuto luogo una raccolta di fotografie del grande Robert Capa che ha richiamato turisti da tutto il mondo.


ULTIMA DOMANDA: C’E’ UN LUOGO IN PARTICOLARE CHE POCHI CONOSCONO, MA CHE TU CI CONSIGLI ASSOLUTAMENTE DI VEDERE DALLE TUE PARTI?


In parte vi ho svelato tutti i luoghi segreti di Bassano ma se si prende l’auto e si raggiunge via Madonna di Monte Berico, ci si trova nelle distillerie Nardini. All’interno c’è una struttura creata dall’architetto visionario Massimiliano Fuksas. Una specie di “uovo” di vetro immerso nel parco dove si tengono eventi e serate di spettacolo. Non è sempre aperta al pubblico in quanto è una struttura privata ma se capita l’occasione vale veramente la pena vederla! 



IL BLOG DI TANIA: 
                
I SUOI PROFILI SOCIAL: 
Youtube: https://bit.ly/2HgGbT5

12 commenti:

  1. Quando sono stata a Bassano ho visitato il centro ma non tutte le bellezze limitrofe, mi sono segnata alcune escursioni e i borghi lì attorno!
    Comunque Bassano è una città splendida, ricca di storia e di fascino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo. Anche a me piace moltissimo e ci torno spesso🥰

      Elimina
  2. Mi ispira molto Bassano del Grappa! A novembre vorrei trascorrere qualche giorno in Veneto e la terrò in considerazione come possibile meta, seguendo i consigli di questo articolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una cittadina bellissima... Te la consiglio con tutto il cuore!

      Elimina
  3. Ogni tanto vado a Bassano a fare un giro ma non ho mai visitato i musei e i luoghi storici, dovrei proprio farlo! Mi piace molto questa città... se volete un cocktail particolare vi consiglio il Palazzo delle Misture, in centro :) fa davvero degli abbinamenti particolari!

    RispondiElimina
  4. Sono stata proprio lo scorso sabato a Bassano e devo dire che è molto affascinante! Un grazioso centro storico e panorami che si prestano benissimo ad essere fotografati. Considerando che abito a Padova e sono vicina, ci tornerò sicuramente��

    RispondiElimina
  5. Sono stata a Bassano quest'estate, prima di tornare a casa dopo un breve soggiorno a Venezia, e devo dire che mi ha davvero stupita :)
    E' un borgo molto bello e ricco di storia e trascorrere qui qualche giorno mi ha permesso di riprendermi (mentalmente e fisicamente) dal caos di Venezia.
    Che dire, spero di avere altre occasioni per tornarci in futuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace tornarci ogni tanto! È davvero una cittadina tranquilla ed elegante!!

      Elimina
  6. Volevamo visitare Bassano la primavera passata ma causa meteo avverso abbiamo modificato il nostro itinerario. Questo articolo mi sarà molto utile per quando ripianificheremo il viaggio.

    RispondiElimina