Escursionismo


Il Lago d'Orta è uno dei luoghi a cui sono legata fin dall'infanzia. Spesso il sabato io e la mia famiglia eravamo soliti fare delle gite in macchina su e giù per il Piemonte e spesso, tra le nostre mete, c'erano i laghi. Oltre al celebre Lago Maggiore e al piccolo Lago di Viverone, nelle vicinanze di Biella, un'altra delle nostre tappe era il romanticissimo Lago d'Orta. Mi è capitato di tornarci poco tempo fa con mio marito e devo dire che ha ancora lo stesso fascino di un tempo. Se non ci siete mai stati, oggi vi voglio raccontare cosa vedere al Lago d'Orta.




Dove si trova il Lago d'Orta




Il Lago d'Orta è un piccolo specchio d'acqua di origine glaciale che si trova in Piemonte, tra le province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola. In pratica, rispetto al lago Maggiore è più a ovest. Vi lascio la cartina così potete avere un'idea della sua posizione.




#1 Cosa vedere al Lago d'Orta: Orta San Giulio




Orta San Giulio è la località più importante del Lago d'Orta. Si tratta di un borgo molto suggestivo, completamente pedonalizzato, che fa parte dei Borghi Più Belli d'Italia e che è stato insignito della Bandiera Arancione dal Touring Club.

Una volta arrivati ad Orta potete lasciare l'auto nei parcheggi a pagamento che si trovano al di sopra del borgo e scendere a piedi. Il centro è piccolino, ma molto caratteristico con le sue viuzze, le piccole piazzette e gli angolini fioriti. Lungo le stradine del borgo potrete ammirare non solo le facciate delle abitazioni così curate, ma anche fare un po' di shopping nei numerosi negozi di prodotti tipici, antiquariato e souvenirs.

Il fulcro di Orta San Giulio è Piazza Motta, da dove partono le imbarcazioni alla volta dell'Isola di San Giulio. Ad un lato della piazza si trova il Broletto, un tempo sede del potere, con al primo piano una sala riunioni e al piano terra un porticato che ospitava il mercato.




#2 Cosa vedere al Lago d'Orta: l'isola di San Giulio




Al centro del lago, come una bomboniera, si innalza l'isola di San Giulio conosciuta anche come 'l'isola del silenzio' per via del sentiero meditativo che la attraversa. L'isola è raggiungibile tutto l'anno da Orta San Giulio in circa 5 minuti partendo da Piazza Motta. Da marzo a ottobre è in funzione un servizio pubblico di navigazione di linea a cui si affianca un servizio pubblico non di linea che, invece, opera tutto l'anno e tutti i giorni.




Al centro dell'isola di San Giulio spicca l'ex Monastero, edificato nel 1582, che oggi ospita un convento di suore di clausura (non visitabile) e la Basilica di San Giulio in stile romanico. La Basilica è visitabile secondo i seguenti orari:

da aprile a metà ottobre  orario continuato 9,30-18,45

da ottobre a marzo 9,30-12,00 e 14,00-17.00

Il lunedì mattino e durante le messe la Basilica non è visitabile.

#3 Cosa vedere al Lago d'Orta: il Sacro Monte d'Orta


Come vi avevo già accennato nel precedente post dedicato alla Valsesia, tra Piemonte e Lombardia sono nove i Sacri Monti che sono considerati Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Oltre al Sacro Monte di Varallo Sesia e al Sacro Monte di Oropa, di cui vi abbiamo già parlato nel blog, nei pressi del lago è visitabile il Sacro Monte d'Orta.

Sono 20 le cappelle che, in questo caso, raccontano la storia di San Francesco d'Assisi attraverso numerosi affreschi e centinaia di statue in terracotta a grandezza naturale. Al di là del significato religioso delle opere, l'Unesco ha voluto premiare la coesione di questi luoghi di culto con l'ambiente naturale circostante come si nota nella motivazione che potete leggere QUI

#4 Cosa vedere al Lago d'Orta: Villa Crespi




Arrivando nei pressi del lago, poco prima dei parcheggi, non potrete non notare la spettacolare Villa Crespi. Progettata in stile moresco, fu edificata nel 1879 per volere dell'imprenditore Crespi, un uomo che aveva avuto modo di viaggiare molto e di apprezzare gli stili architettonici imperanti in oriente.

Villa Crespi in origine si chiamava Villa Pia in onore della moglie di Crespi e rimase proprietà della famiglia fino al 1929. Alla fine degli anni '80 è stata trasformata in hotel 5 stelle e ristorante oggi premiato con due stelle Michelin. E sapete chi è lo chef di Villa Crespi? Antonino Canavacciuolo

Entrando nel  sito ufficiale di Villa Crespi potrete sognare visitando virtualmente i vari ambienti, ma anche, se ve lo potete permettere, prenotando un soggiorno 'da mille e una notte' (è proprio il caso di dirlo) in questa struttura. In realtà, visitando il sito, ho avuto modo di scoprire che ci sono pacchetti per tutti i gusti che comprendono solo il soggiorno o includono trattamenti benessere e degustazioni nel ristorante stellato. A voi la scelta!

Spero di avervi dato alcune idee per un piacevole soggiorno sulle rive del Lago d'Orta. A voi piacciono i laghi? Raccontatecelo qui sotto nei commenti.


4 commenti:

  1. Che meraviglia il Lago d'Orta! È un posto davvero affascinante e che avrei voluto visitare quando abitavo a Torino. Era piuttosto vicino! Ora abito a Padova e chissà se riuscirò ad andarci... lo spero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non abito più in Piemonte dal 2002, ma ho deciso di visitare qualche bel posticino ogni volta che torno a trovare parenti ed amici. Grazie🌷

      Elimina
    2. Il Lago d'orta mi ha sempre affascinato e non ti nascondo di aver persino pensato di mangiare a Villa Crespi per festeggiare, un domani, anniversari importanti. Adoro i laghi, sarà che da bambina mi portavano a quello di Bracciano per imparare a nuotare e una sorta di cordone ombelicale è rimasto 😊

      Elimina
    3. A me i laghi danno una sensazione di tranquillità ed eleganza. Anch'io quando ero piccola frequentavo i laghi con i miei genitori, soprattutto il lago d'Orta, il lago Maggiore e il lago di Garda. Grazie❤️

      Elimina