Escursionismo



L'amore per la natura e per le camminate sta contagiando sempre più persone. Sarà perchè è un'attività a costo zero, un'attività sana e all'aria aperta, adatta a chiunque. E infatti molte famiglie appassionate di escursionismo cercano di trasmettere questo amore ai loro bimbi, riuscendoci sempre...o quasi!

ALTA-VIA-GOLFO-ISOLA-BERGEGGI
BERGEGGI

E dove fare tutto questo, se non in Liguria? Qui il mare e la montagna si fondono, creando un insieme di colori che toglie il fiato. E vi assicuro che percorrere certi sentieri, godendo di certi panorami, fa sembrare tutto più facile! E se ve lo dico io... dovete crederci!


Ma torniamo al nostro itinerario, l'Alta Via "Golfo dell'Isola" che si estende per circa 25 km e che unisce quattro Comuni della provincia di Savona: Bergeggi, Spotorno, Noli e Vezzi Portio, luoghi di indiscusso interesse ambientale e paesaggistico. Questo itinerario è facilmente divisibile in 5 tappe, tutte 'a (s)passo di bimbo' e quella che ho scelto oggi è la mia preferita: da Spotorno a Bergeggi (l'anello di Sant'Elena).

ALTA-VIA-GOLFO-DELL-ISOLA-SPOTORNO
SPOTORNO

Ci vogliono circa 3 ore e il dislivello è di circa 450 metri, quindi tutto ok! La partenza è in salita: non è una frase fatta purtroppo...c'è davvero una salita molto ripida proprio alla partenza, dalla Via Antica Romana di Spotorno. Ma passata quella, potete ricominciare a respirare! Superati i condomini inizia il percorso vero e proprio, su una strada super panoramica che va verso Torre del Mare e l'Isola di Bergeggi. Un paradiso...ora dovete seguire i segnavia formati da tre pallini rossi che formano un triangolo fino ad arrivare alla Gola di Sant'Elena, punto di partenza per i voli in deltaplano e parapendio e stupenda terrazza panoramica (nelle giornate limpide si vede la Corsica tranquillamente).
Lasciamoci alle spalle 'la pista di lancio' e iniziamo la discesa (la parte che preferisco) e imbocchiamo un sentiero tra gli alberi (o meglio, tra quel che rimane degli alberi bruciacchiati) con i segnavia formati, questa volta, da due quadretti dal bordo rosso.
Questo sentiero è un bellissimo percorso botanico, in cui potrete trovare spesso pannelli che vi illustrano le piante tipiche di questo ambiente. E i bimbi saranno felici di vedere la stessa pianta dal vero!
Si scende ancora, lungo grandi scalini in pietra, fino ad arrivare sulla strada che collega Bergeggi a Torre del Mare.

Ora non ci resta che percorrere la passeggiata sulla Via Aurelia: alla nostra sinistra il mare. Tanto mare, solo mare. E l'Isola. Anche l'occhio vuole la sua parte, no? E qui, grandi o piccini che siate, non potrete fare a meno di fermarvi ad ammirare ciò che la natura è stata in grado di offrirci.

Se la stagione lo permette, vi consiglio di prendervi una pausa e fare un tuffo. Troverete un mare trasparente, che varia dal verde all'azzurro senza che ve ne accorgiate. Ne vale la pena, fidatevi!

ALTA-VIA-GOLFO-DELL-ISOLA-BERGEGGI
BERGEGGI

Voglio chiudere ricordandovi le due parole principali per un'escursione con il vostro bambino: organizzare e coinvolgere.

Organizzare, che significa principalmente portarsi dietro tutto ciò che serve, come ad esempio:
  • scarpe da trekking (e non semplici scarpe da ginnastica, mi raccomando)
  • abbigliamento 'a cipolla'
  • una giacca anti pioggia (perchè non si sa mai)
  • un cappellino e occhiali da sole
  • protezione solare (io la dimentico sempre)
  • uno spray anti-zanzare
  • generi di prima necessità (cibo e acqua)
  • salviettine, cerotti
  • uno zainetto, da far indossare al bimbo (perchè i bimbi adorano avere uno zainetto, anche vuoto, ma lo devono avere!)
Coinvolgere, perchè i bambini sono curiosi e hanno bisogno di noi per non annoiarsi. Possiamo raccontare loro una storia, una favola inventata sul momento e ispirata dal sentiero che stiamo percorrendo; possiamo attirare la loro attenzione cercando di scovare qualche animaletto o qualche pianta particolare, o possiamo anche cercare gli elfi, che probabilmente non troveremo, o forse sì...


Cinzia Bellucci

Instagram: @piumondopossibile

14 commenti:

  1. Non conosco quelle zone ma saranno la meta dei miei prossimi trekking aggiungendo dei tratti più impegnativi

    RispondiElimina
  2. Ciao! Non conoscevo il tuo blog, adesso ho rimediato!
    Sono d'accordo con le due parole principali per un'escursione con i bambini: organizzare e coinvolgere. Da ripetere come un mantra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di essere passata! Arriveranno tante nuove idee per chi ha bambini!! : )

      Elimina
  3. Conosco pochissimo la Liguria anzi penso di non esserci mai stata ma questo racconto avventuroso mi intriga molto che faccio un pensierino e parto con i bimbi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso sia davvero un itinerario carino e poi il panorama é davvero mozzafiato : *

      Elimina
  4. Ho trascorso la mia adolescenza in Liguria, in particolare a Sestri Levante, e mi hai fatto tornare in mente ricordi meravigliosi con queste foto... In questi luoghi non sono mai stata ma la bella stagione è in arrivo e mi sembra il posto perfetto per una domenica in famiglia, grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice! Grazie a te di essere passata! ; )

      Elimina
  5. Ma sai che proprio l'altro giorno stavo dicendo che volevo fare questo anello?! Grazie per le indicazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! Poi ci devi raccontare le tue impressioni! : *

      Elimina
  6. Non sono mai stata in queste zone! Ma da amante del trekking e dell'escursionismo, non posso proprio lasciarmele scappare! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello!!! Poi raccontaci eh? Grazie x il tuo commento😊

      Elimina
  7. Che meraviglia fare escursionismo in Liguria! Non l'ho mai fatto ma da quando ho visto la passeggiata di Nervi è un mio sogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo contenti di averti dati nuovi spunti!! Grazie😉

      Elimina