Escursionismo


Per la seconda puntata di #VIASPETTODAME andiamo a Gaeta, una splendida cittadina di cui mi sono già innamorata guardando le foto.

Scopriamo insieme ad Annalisa del blog 'Trevaligie' le meraviglie di Gaeta.

GAETA



CIAO. RACCONTACI QUALCOSA DI TE E DEL TUO LAVORO.


ANNALISA-TREVALIGIE


Mi chiamo Annalisa, un passato da wedding planner, un presente da #mammablogger. Ho da sempre la passione per i viaggi e, assieme a mio marito, abbiamo girato on the road diverse nazioni. Il road trip è il tipo di viaggio che preferiamo e abbiamo abituato anche la nostra bambina a viaggiare con noi sin da piccola. Dopo aver chiuso con il lavoro di organizzatrice di eventi, mi sono dedicata completamente a questa mia grande passione, riversando tutte le mie esperienze nel mio blog, www.trevaligie.com. Perché il nome Trevaligie? Perché viaggiando on the road il nostro carico deve essere sempre minimo, quindi una valigia a testa deve bastare!

DOVE ABITATE TU E LA TUA FAMIGLIA? IN QUALE PROVINCIA ITALIANA?

Viviamo a Gaeta, nel basso Lazio, una città tra mare e montagna, famosa per il suo mare cristallino e le sue spiagge di sabbia fine. Gaeta racchiude tutto ciò che un turista cerca: le chiese monumentali, i musei, lo svago, il polmone verde del Parco di Monte Orlando, le spiagge attrezzate, i prodotti tipici, i percorsi di trekking e di arrampicata, e un infinita di sport acquatici da praticare.


IN UN SOLO WEEKEND COSA CI CONSIGLIERESTI DI VISITARE?


Gaeta intriga per la sua storia millenaria, per la sua ghiotta gastronomia e per le riserve naturali che custodisce. Arroccata sul mare, vanta due centri storici di notevole interesse, visitabili in un week end.

Potreste partire dal Borgo di Porto Salvo,  ad esempio, il vecchio borgo dei pescatori, con i suoi vicoletti che si affacciano sia verso l'interno che verso il mare. La passeggiata è lunga ma piacevole. Nella prima parte di strada si trovano i negozietti tipici, e le contadine che ancora vendono i loro raccolti agli angoli dei vicoletti. La parte finale invece è ricca di storia. I vicoli si trasformano in scalinate, e si possono notare le vecchie casette tipiche su due piani, alcune chiesette ormai chiuse e sconsacrate e stemmi antichi sui portoni. Qui si trova anche il caratteristico Mercato del pesce, proprio fronte al molo delle paranze, i tipici pescherecci gaetani. 

TRAMONTO-ALLA-PESCHIERA-GAETA
TRAMONTO ALLA PESCHIERA

Gaeta Medievale invece, è il quartiere dei monumenti e della movida serale. Qui si trovano le chiese più belle, ed il quartiere è dominato dalla splendida Cattedrale di San Francesco, con le sue facciate in stile gotico e la sua monumentale scalinata. Nella zona più alta invece spicca il Castello Angioino-Aragonese, fino a qualche decennio fa sede del famoso carcere militare. I numerosi locali che si trovano lungo la passeggiata, e soprattutto sul molo, d'estate radunano centinaia di turisti di tutte le età. Ci si arriva con il pratico trenino, ideale se avete bambini, o con le navette di servizio attive nella stagione estiva, ma percorrere il lungomare a piedi è l'esperienza che vi consiglio di scegliere. Una meravigliosa chiesa da visitare nel centro medievale è la chiesa di San Giovanni a mare. Una delle più belle di Gaeta, semplice ma ricca di storia. Ha una magnifica cupola decorata e una particolare  pavimentazione leggermente inclinata che ha permesso, nei secoli, all'acqua delle mareggiate di defluire.

CI SONO ESCURSIONI NATURALISTICHE O ATTIVITA' SPORTIVE CHE SI POSSONO FARE DALLE TUE PARTI?

Da un sentiero poco distante dal Castello Angioino si può andare alla scoperta del bellissimo parco della Riviera di Ulisse. Il Parco di Monte Orlando ha sempre avuto un ruolo strategico nell'arco dei secoli. Nella seconda guerra mondiale fu completamente militarizzato, infatti si possono trovare  residui bellici in ogni dove, dalle Polveriere ai cunicoli sotterranei. Diverse sono le scorciatoie che tagliano nei boschi. Seguendo le indicazioni potete arrivare alla Polveriera Carolina, una delle numerose strutture militari edificate durante la dominazione borbonica, e  al Mausoleo di Lucio Munazio Planco, ancora perfettamente conservato. Accanto al Mausoleo c'è il vecchio faro della città, perfettamente funzionante. Nell'area sottostante che circonda il mausoleo, inoltre, c'è il sentiero Ornitologico, dove, con un po' di fortuna, potrete riuscire ad ammirare le diverse specie di uccelli che popolano il parco. Sullo stesso sentiero c'è un percorso Par Kur con attrezzi fitness  e cartelli con le spiegazioni per l'utilizzo. Inoltre sulle pareti rocciose delle falesie si può praticare freeclimbing. 

Imboccando il sentiero dei Cappuccini si arriva  alla Montagna Spaccata, che al di la dei suoi riferimenti biblici, è da vedere per la suggestione e la bellezza del paesaggio. Si percorre una fenditura della montagna fino ad arrivare ad una terrazza che si affaccia direttamente sul mare. Una leggenda narra che la montagna si sia spaccata nell'attimo stesso della morte di Gesù.  


Inoltre sulle splendide spiagge si possono praticare innumerevoli sport acquatici. Dalla canoa al surf, passando per il windsurf al paddleboard. Ecco lo standuppaddle ad esempio, è lo sport che io e mio marito pratichiamo anche in inverno. Grazie alla tavola, riusciamo ad esplorare antri marini che da terra non è possibile vedere, come il Pozzo del Diavolo o la Grotta del Turco. Chi non è amante dello sport può sempre optare per un escursione in barca. Non è la stessa cosa, ma rende l'idea di quanto sia bella la costa della Riviera di Ulisse.

GAETA-LA-MONTAGNA-SPACCATA
LA MONTAGNA SPACCATA VISTA DA MARE IN PADDLEBOARD


QUALI SONO I PIATTI TIPICI DELLA ZONA? CI POTRESTI CONSIGLIARE QUALCHE BUON POSTO DOVE MANGIARE BENE SENZA SPENDERE UNA FOLLIA?

Gaeta non è solo spiagge e sport e vanta una tradizione culinaria da fare invidia. I piatti tipici locali sono stati più volte protagonisti di diversi programmi televisivi. Chef Rubio ad esempio, ha portato in tv la nostra famosa Tiella di Polpo, unica ed insostituibile. E come non parlare delle famose olive di Gaeta? L'olio che ne deriva è un vero prodotto gourmet, e lo si trova anche nei ristoranti della città. Un piatto che vale la pena degustare è la votapiatto di calamarelle, il cui nome deriva dal procedimento che si usa per "rovesciare" il composto nella padella, proprio come si fa per la frittata.


CI SONO ATTIVITA' O LUOGHI ADATTI ALLE FAMIGLIE CON BAMBINI?

Ma parliamo delle famose spiagge, frequentate ormai in ogni periodo dell'anno, grazie al clima mite e temperato, tipico della nostra zona. Gaeta ne ha ben sette! La più conosciuta e frequentata è l'arenile di Serapo, data la sua vicinanza al centro e ai tanti lidi attrezzati. La spiaggia di Serapo è ideale  per le famiglie con i bambini, visto che ogni lido propone diverse attività sportive o ludiche per i piccoli ospiti. 

LA-SPIAGGIA-DI-SERAPO-GAETA
LA SPIAGGIA DI SERAPO VISTA DA MONTE ORLANDO


PER VISITARE LA MEGLIO LA TUA ZONA DOVE CI CONSIGLIERESTI DI SOGGIORNARE PER LIMITARE GLI SPOSTAMENTI?

Gaeta si percorre benissimo a piedi, senza bisogno di auto, anche perché l'unico neo negativo della città è proprio la carenza di parcheggi. La città è talmente ricca di scorci che l'unico modo per goderne a pieno è proprio camminare, incontrare gente, osservare i pescatori riparare le reti, curiosare al di la dei muretti e delle cancellate, sentire il profumo del pane appena sfornato e dei panni stesi ad asciugare. Ci sono molte strutture ricettive, tra alberghi, B&B e case vacanza tra cui poter scegliere in base alle proprie esigenze. Sicuramente il modo migliore per visitare il borgo e raggiungere facilmente le spiagge senza l'ausilio dei mezzi, è soggiornare in una delle tante strutture locate nel borgo di Porto Salvo, o nel centro storico di Gaeta medievale.

PENSI CHE LA TUA ZONA SIA ADEGUATAMENTE VALORIZZATA A LIVELLO TURISTICO?

Negli ultimi anni Gaeta ha avuto un notevole incremento di turisti grazie alle diverse iniziative organizzate dal Comune di Gaeta. Non più solo spiagge quindi, anche se il mare rimane una delle mete più gettonate. La città ha dato sfoggio di sé anche in abiti invernali, grazie alla bellissima manifestazione Favole di Luce, le luminarie d'artista di Gaeta. Dal 3 Novembre al 20 gennaio, oltre ad ammirare le favolose installazioni luminose, Gaeta offre ai turisti numerosi tour guidati, accessi ai musei e ai monumenti più importanti, percorsi enogastronomici e tanti eventi per adulti e per bambini. 

C'E' UN LUOGO IN PARTICOLARE CHE POCHI CONOSCONO, MA CHE TU CI CONSIGLI ASSOLUTAMENTE DI VEDERE DALLE TUE PARTI?

Se dovessi portare un amico in visita a Gaeta, lo porterei senz'altro al Molo di Porto Salvo. Perchè? Perchè è il luogo attorno al quale si è sviluppata la storia del Borgo, e perchè, oltre ad essere caratteristico, può diventare anche terribilmente romantico. Direte voi, come fa un mercato del pesce ad essere un luogo romantico? Beh, vedere le paranze rientrare a fine giornata, seguite da stormi di gabbiani in cerca di cibo, è uno spettacolo meraviglioso. Ecco, se dovessi consigliare un luogo magico e unico da vedere a Gaeta, vi direi proprio di appollaiarvi sul muretto del lungomare nella zona chiamata “Peschiera”, per farvi vivere il momento del rientro dei pescherecci, dell'attracco al molo, le mosse abili dei pescatori che scaricano il ricco bottino mentre il sole tramonta dietro il promontorio. 


IL BLOG DI ANNALISA:

I SUOI PROFILI SOCIAL:





7 commenti:

  1. Che meraviglia Gaeta! L'ho persa per un soffio la scorsa estate! Non vedo l'ora di visitare questo concentrato di estrema bellezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo il racconto di Annalisa é anche nella mia wishlist😍

      Elimina
  2. Una meta che non conosco, ma mi hai fatto venire una gran voglia di visitarla... la terrò presente per i miei prossimi viaggi!

    RispondiElimina
  3. Grazie per questa splendida opportunità! Grazie a questa intervista ormai sono diventata un po’ vip nel mio paesino ������. Mi fa piacere che molte persone siano interessata a visiatare Gaeta e le sue meraviglie! Grazie ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felice!! Speriamo che tante persone vengano a visitare Gaeta!! Grazie ancora x la collaborazione❤️

      Elimina
  4. Sono stata a Gaeta solo una volta di passaggio ma giusto in tempo per la spiaggia di Serapo e per assaggiare la mitica Tiella. Ho intenzione comunque di tornarci un weekend e questi consigli mi saranno molto utili, grazie :)

    RispondiElimina