martedì 11 settembre 2018

Cosa fare a Moresco, il borgo fermano tra i più belli d'Italia

Moresco, uno tra i 24 borghi marchigiani ad essere classificati tra i più belli d'Italia, è stato la meta del quarto Photowalk della stagione 2018 organizzato dalla Regione Marche, dalla Fondazione Marche Cultura attraverso il suo Social Media Team e dal Comune di Moresco. Pur conoscendo già Moresco, dato che abitiamo a pochi km di distanza, durante la mattinata del 2 settembre 2018, grazie al lavoro delle guide e dell'amministrazione comunale, abbiamo potuto apprezzarlo ancora di più per le sue bellezze artistiche, le sue specialità gastronomiche e non solo. Ecco i nostri suggerimenti su cosa vedere a Moresco.


MORESCO-PANORAMA



COSA FARE A MORESCO: VISITARE IL SUO CENTRO STORICO

Situato in posizione panoramica a pochi km dal mare, Moresco da lontano appare come una nave che solca le dolci colline marchigiane. Nonostante il suo nome faccia pensare subito ad orde di pirati saraceni, probabilmente Moresco trae origine dalla parola mor (morro), ovvero un accumulo di terra roccioso dove infatti venne fondato il castello. Castello, sì, e non borgo, in quanto quello che visitiamo oggi è proprio il castello di Moresco che è rimasto quasi intatto dalla sua costruzione fino ai giorni nostri.

Non appena si arriva a Moresco, la prima cosa che si nota è la sua Torre eptagonale, che, dall'alto dei suoi 25 metri, domina non solo il paese, ma tutta la Valdaso, l'area geografica di cui Moresco fa parte. La torre venne costruita con funzione di avvistamento e, in origine, era dotata di una punta molto particolare che faceva proprio pensare ai Mori, presunti fondatori del borgo. Successivamente la torre venne modificata e dotata di merlatura ghibellina. I suoi 7 lati esterni la rendono unica nel suo genere, nonostante poi, all'interno, abbia comunque 4 lati regolari. Dalla sua sommità si può godere di una vista meravigliosa che spazia dai Monti Sibillini fino al Mare Adriatico.


MORESCO-TORRE-EPTAGONALE

MORESCO-PANORAMA-DALLA-TORRE


Centro del borgo è Piazza Castello, dalla forma triangolare, su cui si affacciano il Palazzo Comunale e il portico, che è ciò che resta della Chiesa di Santa Maria di Castro, demolita agli inizi del XIX secolo. Proprio sotto il portico potrete ammirare un celebre affresco del pittore Vincenzo Pagani, che nacque a Monterubbiano, a pochi km da Moresco.


MORESCO-PIAZZA

MORESCO-AFFRESCHI-VINCENZO-PAGANI


Dalla parte opposta rispetto al Palazzo Comunale, si trova la Torre dell'Orologio che sovrasta l'antica porta di accesso al castello. E' qui che un tempo si trovava la dogana, che permetteva il controllo delle merci e delle persone che chiedevano l'accesso al borgo. Nella parte esterna, infatti, si nota ancora lo spazio in cui i carri potevano sostare prima di entrare a Moresco. Oggi la Torre dell'Orologio è visitabile e ospita al suo interno una mostra sensoriale dedicata al rapporto tra uomo e cibo.


MORESCO-TORRE-DELL-OROLOGIO

MORESCO-MOSTRA-TORRE-OROLOGIO


COSA FARE A MORESCO: SCOPRIRNE I SAPORI

Moresco e tutti i Comuni della Valdaso sono noti per saper produrre vere e proprie eccellenze in ambito gastronomico, la cui fama va ben oltre i confini della regione Marche. Durante il Photowalk abbiamo avuto modo di vedere dal vivo la produzione di alcuni di questi prodotti, di ascoltarne la storia, ma anche di assaggiarli.

L'Azienda Agricola Ciriaci, nata nei primi anni '70 del secolo scorso, è specializzata nella produzione di salumi di qualità ed è riuscita a mantenere saldo nel tempo il connubio tra tradizione e qualità. Le materie prime utilizzate sono di ottima qualità e il fatto di portare avanti le ricette di una volta, senza falsificazioni, ha permesso all'azienda di ottenere diverse importanti certificazioni. Punta di diamante dell'azienda è il celebre Ciauscolo IGP, il salame a pasta morbido tipico delle Marche. Per prepararlo vengono utilizzati polpa di spalla, rifilatura di prosciutto, lonza e pancetta. Il tutto viene condito con sale, pepe, aglio, aromi e vino . L'impasto viene tritato più volte per renderlo così morbido da essere spalmato sul pane. Una vera delizia!


MORESCO-CIAUSCOLO-CIRIACI


Un altro celebre prodotto tipico della zona è un tipo di pasta molto sottile, i maccheroncini di Campofilone. L'azienda La Campofilone è nota in tutta Italia, e non solo, per l'attenzione che dimostra nell'accurata selezione delle materie prime per la produzione della sua pasta e per il rispetto che dimostra nel seguire la tradizione. Il grano NO OGM che viene utilizzato per realizzare i vari formati di pasta è coltivato, stoccato e invecchiato qui nelle Marche. Le uova provengono da galline allevate a terra e nutrite con cereali NO OGM. Tutta questa attenzione permette di realizzare un prodotto sano, che non fa male, anzi, si dice, faccia pure dimagrire. E' stato bello veder realizzare la pasta 'in diretta' grazie alle sapienti mani della signora Pia. Un tempo era la vergara, la padrona di casa, che aveva l'amministrazione di tutto ciò che avveniva all'interno della casa colonica, a tramandare la tradizione della pasta fatta in casa. Oggi di vergare non ce ne sono più (o quasi), ma grazie a pastifici di questo livello ancora oggi possiamo mangiare la pasta con la stesso sapore di una volta.


MORESCO-MACCHERONCINI-LA-CAMPOFILONE


Al termine del Photowalk è stato offerto ai partecipanti un aperitivo che ci ha permesso di apprezzare altre specialità tipiche di Moresco e della Valdaso grazie alle aziende La Meridiana, Castrum Morisci e Fratelli Pompei. Trascorrendo un week-end a Moresco avrete la possibilità di visitare queste aziende (e molte altre ancora) e di assaggiare i loro splendidi prodotti: olio extravergine di oliva, marmellate (addirittura abbiamo provato quella di pomodori verdi e di visciole), vino. Non dimentichiamo, inoltre, che le pesche della Valdaso sono un'eccellenza di questo territorio. Insomma, di sicuro visitando Moresco e la Valdaso non resterete a digiuno!

Speriamo di avervi incuriosito a visitare il bellissimo paese di Moresco dove storia, arte e buona cucina si uniscono per accogliere al meglio ogni visitatore. 

Ringraziamo ancora una volta il Social Media Team delle Marche, la Fondazione Marche Cultura e il Comune di Moresco per averci ospitato e per aver organizzato così magistralmente questa passeggiata fotografica. Se lo desiderate potete trovare QUI le modalità di partecipazione per l'ultimo Photowalk della stagione che si terra DOMENICA 7 OTTOBRE a Montecassiano. Vi aspettiamo numerosi! 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:




12 commenti:

  1. Adoro i borghi con le case in pietra e questo offre anche un bellissimo panorama :) Buonissime le specialità che avete degustato alla fine del tour.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì é stato un tour molto bello sotto tutti gli aspetti😋😋😋. Grazie❤️

      Elimina
  2. Non conoscevo questo borgo, grazie per questo affascinante tour e tutte queste interessanti informazioni! :)

    RispondiElimina
  3. Che bellezza le Marche, territorio ricco di storia, cultura ed enogastronomia, una delle mie regioni preferite. Non vedo l'ora di scoprire di più visitando questi posti. E da oggi, alla lunga lista di borghi, si aggiunge anche Moresco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di averti dato un nuovo spunto. Io sono marchigiana d'adozione e devo dire che mi sono proprio innamorata di questa regione. Ha molto, come dicevi tu, da offrire al turista: mare, colline, borghi, città d'arte, montagne...e tutto percorrendo pochi km. Grazie mille❤️

      Elimina
  4. Quello che mi è piaciuto di più è stato salire sulla torre e girovagare per la piazza! Amo i piccoli borghi e l'aria di storia e poesia che si respira quando li vai a visitare!
    Un tocco degno di nota è stata guida, che ha davvero saputo stimolare la mia curiosità!
    In generale, una bellissima esperienza :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi vogliamo tralasciare la parte gastronomica??😋😋😋🤣🤣🤣

      Elimina
  5. Sono stata in blog tour nelle Marche a Giugno e ti dirò che mi sono rimaste nel cuore! Ho adorato i panorami e gli splendidi borghi. Questo non è da meno! Lo visiterò di sicuro la prossima volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere... Ci sono davvero tanti bei borghi da scoprire😍😍😍

      Elimina
  6. I borghi italiani sono davvero uno più bello dell'altro. La Torre dell'orologio mi ha incuriosita da subito sia per la struttura tutta a mattoncini che per la vista dall'alto. Se ci aggiungiamo poi anche il buon cibo direi proprio che non c'è motivo al mondo per perdersi una chicca del genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto...é bello quando arte e buona cucina si uniscono❤️

      Elimina