giovedì 6 settembre 2018

Dal Monte Baranci verso il Rifugio Tre Scarperi: escursione lungo la Valle Campo di Dentro

Durante le nostre ultime vacanze in Val Pusteria abbiamo trascorso una bellissima giornata in una piacevole escursione che, dal Monte Baranci, ci ha portato verso il Rifugio Tre Scarperi regalandoci una bellissima vista sulla Valle Campo di Dentro. Si tratta di un'escursione facile, ma molto lunga che vi prenderà, con la pausa pranzo, quasi una giornata intera. Scopritela insieme a noi.


FORESTA-VALLE-CAMPO-DI-DENTRO


Punto di partenza della nostra escursione è San Candido. Proprio nei pressi della stazione a valle della seggiovia per il Monte Baranci troverete un grande parcheggio dove lasciare gratuitamente la vostra auto.


SEGGIOVIA-MONTE-BARANCI


In pochi minuti a bordo della seggiovia raggiungerete il Monte Baranci, da molti considerato il Monte Avventura per le famiglie con bambini. E' da qui, infatti, che parte la pista estiva per slittini su rotaie (Fun Bob) più lunga dell'Alto Adige. Lunga 1739 metri e con un dislivello di 314 metri, permette a grandi e piccini di divertirsi su e giù per il Monte Baranci.

A pochi metri dalla pista e dalla stazione a monte della seggiovia si trova il Rifugio Gigante dei Baranci (1493 m s.l.m.), dove ci si può rifocillare, riposare e prendere il sole.


RIFUGIO-GIGANTE-DEI-BARANCI


Seguendo le indicazioni per la Malga San Candido (Gemeindekaser) inizierete a percorrere in piano, e poi in leggera salita, una carrareccia.


SENTIERO-VERSO-RIFUGIO-TRE-SCARPERI


Man mano che avanzerete la vostra vista spazierà sulla Val Pusteria dove potrete riconoscere dall'alto San Candido e, più in là, i vari paesini al confine con l'Austria.


PANORAMA-SULLA-VAL-PUSTERIA

MONTE-ELMO
IL MONTE ELMO

Il percorso originale fino a poco tempo toccava la Malga San Candido e poi, da lì, sull'Alta Via, si procedeva verso il Rifugio Tre Scarperi. Ultimamente, a causa di una frana, il percorso è stato in parte deviato. Proprio arrivati al bivio che vi porterebbe alla Malga San Candido non dovete salire, ma proseguire in piano lungo la strada forestale che, dopo alcune decine di metri inizierà a restringersi e ad inoltrarsi nel bosco lungo la Valle Campo di Dentro.


VALLE-CAMPO-DI-DENTRO


Da qui in poi l'escursione si fa più interessante e carina. Inoltrandovi nel bosco potrete iniziare a scorgere il Gruppo Tre Scarperi, che vi apparirà sempre più massiccio man mano che procederete e che vi lascerà a bocca aperta per la sua maestosità.


GRUPPO-TRE-SCARPERI


Il sentiero non è difficoltoso... richiede solo un po' di attenzione per la presenza delle radici delle conifere. Percorrendolo noterete i segni della frana di cui parlavamo prima e apprezzerete, ancora una volta, l'efficienza di chi, lavorando alacremente, permette agli escursionisti di attraversare queste vallate ogni anno senza pericolo.


PERCORSO-VERSO-RIFUGIO-TRE-SCARPERI


Il sentiero procede in discesa e poi in leggera salita permettendovi di raggiungere, in circa tre ore dal vostro punto di partenza, il Rifugio Tre Scarperi (1626 m s.l.m.). Il rifugio permette di rifocillarsi e, volendo, anche di pernottare. Da qui partono diversi sentieri verso le Dolomiti di Sesto e le Tre Cime di Lavaredo.


RIFUGIO-TRE-SCARPERI


Nel vasto altopiano di fronte al rifugio potrete riposarvi e giocare con i vostri bambini al cospetto delle grandi cime.


PRATI-RIFUGIO-TRE-SCARPERI


A questo punto, per concludere l'escursione ad anello, dovrete scendere seguendo le indicazioni per San Candido. Potete decidere di percorrere a piedi la strada asfaltata che porta al parcheggio Campo di Dentro (sbarra 1509 m s.l.m.) oppure il sentiero che corre parallelo alla strada asfaltata.

Il ritorno è tutto in discesa e vi permetterà di attraversare boschi, prati e poi l'abitato di San Candido fino alla stazione a valle della seggiovia da dove siete partiti. Come vi dicevamo all'inizio, non si tratta di un'escursione difficile, ma molto lunga. Ad un certo punto abbiamo pensato che non avremmo più raggiunto il parcheggio (scherziamo, naturalmente)!! 

Il libro da cui abbiamo preso spunto per questa escursione parla di 5 ore per percorrere l'intero anello, ma, se deciderete di pranzare presso il Rifugio Tre Scarperi, mettete in conto un paio d'ore in più. Poi, come sempre, tutto dipende dal vostro passo e dalle soste che farete.

Ormai è da diversi anni che trascorriamo le nostre vacanze estive in Val Pusteria.  Se lo desiderate potete trovare tante altre idee per escursioni in zona nella sezione TRENTINO ALTO ADIGE del blog. Altre proposte per camminate in giro per l'Italia le potete trovare nella categoria ESCURSIONISMO. Se avete suggerimenti o idee per nuove escursioni scriveteci. Faremo tesoro dei vostri consigli!


14 commenti:

  1. Brava! mi è piaciuto molto! molto interesante!!!1

    RispondiElimina
  2. Tu con questi resoconti mi fai sempre sognare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É un bellissimo complimento, grazie 😊

      Elimina
  3. 5 ore non sono molte per un'escursione in montagna :) Mi hai fatto venir voglia di montagna con queste belle foto, incrocio le dita perché forse questo weekend riesco a organizzare qualcosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo... Poi ci racconti eh? Grazie 😊

      Elimina
  4. Sembra davvero un'escursione piacevolissima. Le Dolomiti offrono sentieri per tutti: per ogni gamba e ogni età. Ben fatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!! Dalle facili passeggiate alle arrampicate ognuno può trovare come divertirsi in base a gusti e possibilità👍😊

      Elimina
  5. Wow, che posti stupendi. Poi la passeggiata nel bosco mi piace tantissimo. Sono posti che rigenerano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione... Questo é un motivo per cui amiamo trascorrere le ns vacanze sulle Dolomiti😍

      Elimina
  6. Che meraviglia questo giro! Io sono innamorata della Val Pusteria! Ero lì l'anno scorso ma questa escursione me la sono persa mannaggia! La terrò presente per quando ci tornerò (e spero di farlo molto presto!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce ne sono così tante da fare, vero? Spero tu possa tornare presto lassù! Grazie😊

      Elimina
  7. Negli ultimi anni mi sono appassionata alla montagna e adesso faccio volentieri anche camminate di 5/6 ore. L'anno prossimo mi piacerebbe andare sulle Dolomiti, sono abituata alla Valle d'Aosta ma penso che in queste zone i percorsi abbiano meno pendenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì penso di sì. Ci sono sentieri di tutti i generi... Dalle passeggiate alle escursioni più impegnative... Dato che si parte già ad una buona altitudine tramite le seggiovie il dislivello spesso non é eccessivo.

      Elimina